cose da vedere a New York

Viaggio a New York: cultura e musei – economia e comunicazioni

Sei in viaggio per New York?
Ecco le informazioni su cultura musei, economia e tante altre informazioni su cosa visitare.

Cultura e Musei

New York è il massimo centro culturale degli Stati Uniti e uno dei maggiori al mondo: ha tre università, numerosi istituti scientifici e fondazioni che finanziano ricerche in ogni campo, teatri, sale da concerto, biblioteche e musei.

Tra i musei scientifici il maggior è il Natural History Museum, fra quelli d’arte i più importanti sono il Metropolitan Museum of Art, il Museum of Modern Art e il Solomon R. Guggenheim Museum di arte contemporanea ospitato in un edificio dalle forme architettoniche arditissime, un’opera di Frank Lloyd Wright.

L’economia e le comunicazioni a New York

L’attività finanziaria è concentrata in prevalenza nella zona di Wall Street, dove hanno sede la borsa valori, le borse merci e numerosissime banche.

L’attività commerciale non ha uguali nel mondo, quella industriale è poi sviluppatissima specialmente nel settore dell’abbigliamento, editoriale, alimentare e in genere nella produzione di beni di commercio.

Il cuore della vita economica è il porto, il maggiore del mondo per traffico di merci e passeggeri; le sue banchine si estendono soprattutto sulle rive dell’Hudson, dell’Est River e della Baia Superiore, dominata dalla famosa Statua della Libertà.

La statua della Libertà è alta 46 m e sorge sulla Liberty Island, è del 1886, opera del francese F. Bartholdi.

Alle varie zone portuali fanno capo numerose autostrade e linee ferroviarie che assieme a un vasto sistema di vie d’acqua, assicurano il collegamento con il retroterra.

La rete delle comunicazioni urbane, tra le quali emerge la metropolitana, lunga 404,7 km, è imponente ma ancora inadeguata – il collegamento tra le varie isole e tra queste e la terra ferma è assicurato da servizi di traghetto, d a tunnel stradali e ferroviari e da numerosissimi ponti come quello di Brooklyn Bridge del 1883 e il Verrazzano Bridge.

Gli aeroporti principali sono il kennedy e il La Guardia.





Clima e temperatura

Gli inveri sono freddi e le estati calde. La stagione migliore per visitare New York è l’autunno.

Le temperature invernali sono sui 0,1 gradi, quelle estive su 24,6 ° / 26.

Cose da vedere

E’ d’obbligo la visita alla statua della Libertà, posta su un piedistallo di 45 metri sulla Liberty Island. Salendo sulla sommità si gode il panorma di parte della città.

Per raggiungere la Liberty Island ci si può servire del vaporetto che parte da Battery Park, un altro vaporetto da Staten Island a Manhattan, offrendo un scorcio panoramico sul porto più movimentato del mondo.

Manhattan è il cuore di New York, si trovano Wall Street Broadway, il Greenwich, il Central Park, l’Empire State Building…

In Wall Street sorge il New York Stock Exchange, la più grande borsa di valori nel mondo.

Greenwich Village, che si estende ad ovest di Broadway, la grande arteria che attraversa Manhattan, è ricco di stroia: le sue case hanno ospitato artisti e scrittori famosi.

Le strade principali sono fiancheggiate da negozi di artigiani e antiquari, ristoranti, coffe, gallerie d’arte.

Chinatown, da più di un secolo abitata da cinesi, è un labirinto di piccole vie affollate di negozi e ristoranti con cucina orientale. Nella parte centrale di Manhattan (Midtown) spiccano la mole dell’Empire State Building e il Rockefeler Center, grande complesso architettonico in cui sono situati gli studi televisivi e audiofonici della NBC e la Radio City Music Hall.

Nella città alta vi è il famoso Central Park che ha una superficie di 340 ettari di terreno: c’è da visitare uno zoo, un giardino zoologico per bambini, un teatro, due piste di pattinaggio, una giostra, uno stagno per modelli d’imbarcazioni e due laghetti con barche a remi.

Su un’altura che domina il fiume Huson, si trovano i Cloisters, una serie di cappelle e di chostri, trasportati pietra per pietra, dalla Francia meridionale e poi accuratamente ricostruiti: custodiscono una ricchissima collezione di arte medievale.

Poi una serie di ponti sull’East River collegano Manahattan e Brooklyn.

Brooklyn

Brooklyn è centro residenziale, ma anche industriale e commerciale; è ricca di bei parchi (il Prospect Park ha una superficie di 213 ettari di terreno) e sede di scuo­le, colleges e istituti di cultura.

Interessanti sono il giardino botanico, con la sua collezione di bonsai, e l’acquario.

Nella parte meridionale di Brooklyn si tro­vano parecchie spiagge: la più nota e ricca di attrazio­ni (luna park, ristoranti.piste di pattinaggio) è Coney lsland, che si stende per 5 km lungo l’Atlantico.

Il ponte Giovanni da Verrazzano congiunge Brooklyn a Richmond.

A Bronx si trova il giardino zoologico più grande di New York: interessante è la visita al padiglione del «Mondo delle tenebre», che ospita animali notturni,e alle «Pianure africane», in cui gli animali sono divisi dal pubblico solo da un fossato.

A Bronx vi è anche il secondo parco, in ordine di grandezza, della città: il Pelham Bay Park.

Nel quartiere di Queens, in massi­ma parte residenziale, si trova un altro grande parco, il Flushing Meadows-Corona Park, che comprende an­che una fattoria giardino-zoologico per bambini.

Queeens è sede dei due grandi aeroporti di New york: l’aeroporto La Guardia per voli nazionali e il J.F. Ken­nedy per quelli internazionali.

Tra Queens e Brooklyn si stende un’immensa riserva naturale, la Jamaica Bay Wildlife Preserve, grande come l’isola di Manhattan.

J  

Teatri e cinematografi

Il Lincoln Center di Man­hattan è il punto focale delle attività teatrali,di musica e di danza: comprende il famoso teatro dell’opera Metropolitan, la Philharmonic Hall, dove si svolgono concerti di musica classica e di jazz, il New York State Theater, sede della compagnia di balletto della città, e il Damrosch Park con un palcoscenico a forma di con­chiglia per concerti all’aperto.

La Radio City Music Hall, nel Rockefeller Center, capace di più di 6.000 posti a sedere, offre film di prima visione, riviste e spettacoli di varietà di grande effetto; la Carnegie Hall ospita orchestre e solisti tra i più famosi del mondo.

Trasporti

Girare per New York è difficile: gli autobus sono lenti e i tassì piuttosto costosi;il mezzo più rapido è la metropolitana (subway).

Sport

Per il baseball e il football (una variante del rugby). che sono gli sport più popolari,sono famosi lo stadio «Yanllie» a Bronx (70.000 spettatori) e lo

«Shea » a Oulens (55.000 spettatori). Sono molto po polari anche la pallacanestro e il pugilato: gli incontri più importanti si svolgono al Madison Square Garden di Manhattan, uno stadio coperto con 20.000 posti, che ospita anche manifestazioni non sportive.

Come si mangia.

Ci sono buoni ristoranti.con spe­cialità di ogni parte del mondo, ma sono molto cari. Numerosissime sono le tavole calde (snack-bars). I supermercati e i drugstore (specie di bar-emporio aperti anche di notte) hanno il reparto riservato alle colazioni veloci.

Orari di negozi e banche

I negozi fanno general­mente orario continuato. dalle 9 alle 18. Una sera alla settimana prolungano l’apertura fino alle 21,ma non vi è una regola fissa per tutti. Banche: apertura dal lunedì al sabato,dalle 9 alle 15.

Nei sobborghi alcune banche sono aperte al sabato mattina dalle 9 alle 12.

Ostelli per la gioventù

Vi è una guida che indirizza chi desidera alloggiare nelle città, a cura del Council on International Education Exchange (CIEE) e s’intitola “Where to stay U.S.A. from 0,50 to $ 7 a night” oppure la guida The student guide to New York.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: