Mail truffa a scapito del marchio Zalando

Attenzione nell’ultimo periodo gli utenti online stanno ricevendo una sospetta email (truffa) con il seguente testo:

Verwachte leveringstermijn:
vr, 14 okt. 2022 – ma, 17 okt. 2022
 
Hallo Mr……,
 
We hopen dat je het leuk vond om bij ons te shoppen! We sturen je een email zodra je bestelling verzonden is.

Tradotto il testo dice questo: Ci auguriamo che ti sia piaciuto fare acquisti con noi! Ti invieremo un’e-mail non appena il tuo ordine sarà stato spedito.

Come difendersi?

Bene ragazzi questa email è un tentativo di phishing al quale non va assolutamente risposto in modo tale da evitare qualsivoglia furto di dati. Eliminare definitivamente la mail ricevuta o segnalarla come spam dal proprio account

L’indirizzo email mittente truffa/phising è:

Zalando Team <info@service-mail.zalando.nl

Ma cosa è il Phishing?

E’ una particolare tipologia di truffa realizzata sulla rete Internet attraverso l’inganno degli utenti. Si concretizza principalmente attraverso messaggi di posta elettronica ingannevoli:

Attraverso una e-mail, solo apparentemente proveniente da istituti finanziari (banche o società emittenti di carte di credito) o da siti web che richiedono l’accesso previa registrazione (web-mail, e-commerce ecc.). Il  messaggio invita, riferendo problemi di registrazione o di altra natura,  a fornire i propri riservati dati di accesso al servizio. Solitamente nel messaggio, per rassicurare falsamente l’utente, è indicato un collegamento (link) che rimanda solo apparentemente al sito web dell’istituto di credito o del servizio a cui si è registrati.  In realtà il sito a cui ci si collega è  stato artatamente allestito identico a quello originale. Qualora l’utente inserisca i propri dati riservati, questi saranno nella disponibilità dei criminali.

Con la stessa finalità di carpire dati di accesso a servizi finanziari on-line o altri che richiedono una registrazione, un pericolo più subdolo arriva dall’utilizzo dei virus informatici. Le modalità di infezione sono diverse. La più diffusa è sempre il classico allegato al messaggio di posta elettronica; oltre i file con estensione .exe, i virus si diffondono celati da false fatture, contravvenzioni, avvisi di consegna pacchi, che giungono in formato .doc .pdf . Nel caso si tratti di un  c.d. “financial malware” o di un “trojan banking”, il virus si attiverà per carpire dati finanziari. Altri tipi di virus si attivano allorquando sulla tastiera vengono inseriti “userid e password”,  c.d. “keylogging”, in questo caso i criminali sono in possesso delle chiavi di accesso ai vostri account di posta elettronica o di e-commerce.  

Lascia un commento