CONCORSI NEGLI ENTI LOCALI

CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO E PIENO DI N. I POSTO DI PROFESSIONISTA LEGALE – CAT. D POSIZIONE ECONOMICA D1- RIAPPROVAZIONE BANDO E RIAPERTURA TERMINI

SCADENZA DEL TERMINE PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

I candidati devono presentare al Comune di Gioia del Colle la domanda di partecipazione al concorso entro il termine di trenta giorni dalla data di pubblicazione dell’avviso per estratto del presente bando sulla “Gazzetta Ufficiale – 4a Serie Speciale – Concorsi” del 13.09.2019 n. 73 ovvero entro il 13.10.2019 a pena di esclusione con una delle seguenti modalità:

• depositata a mano direttamente all’Ufficio Protocollo del Comune di Gioia del Colle p.zza Margherita di Savoia n. 10, negli orari di apertura al pubblico, oppure

• per mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento al seguente indirizzo: COMUNE DI GIOIA DEL COLLE P.zza Margherita di Savoia n. 10 – 70023 GIOIA DEL COLLE (in tal caso si precisa che NON farà fede il timbro dell’Ufficio postale accettante e che l’Amministrazione non assume alcuna responsabilità per la dispersione di comunicazione, per disguidi postali imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore) oppure • mediante posta elettronica certificata proveniente dall’utenza personale del candidato, ai sensi della normativa vigente, inviato all’indirizzo P.E.C. del Comune di Gioia del Colle: protocollogenerale.gioiadelcolle@pec.rupar.puglia.it.

Farà fede la data e l’ora di ricezione della domanda nella casella di posta elettronica certificata del Comune di Gioia del Colle, attestata dalla ricevuta di consegna. Non saranno prese in considerazione domande inviate tramite posta elettronica certificata da un indirizzo diverso dal proprio. La domanda di partecipazione, così come il curriculum vitae, la fotocopia del documento di identità valido e la ricevuta della tassa concorso, dovranno essere trasmessi come allegati del messaggio preferibilmente in formato pdf.

Non saranno ammesse le domande pervenute oltre i termini sopra indicati, né quelle dalle quali non si possano evincere le generalità del candidato. L’Amministrazione non assume alcuna responsabilità per il mancato ricevimento delle domande di partecipazione. L’Amministrazione non assume responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendente da inesatte indicazioni del recapito da parte del concorrente oppure dalla mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali o telegrafici, o comunque imputabili a fatti di terzi, a caso fortuito o a forza maggiore.

Non saranno prese in considerazione le domande presentate successivamente al termine perentorio sopra indicato.

TRATTAMENTO ECONOMICO

La retribuzione tabellare annua lorda come da CCNL, prevista per la categoria D p.e. D1;  indennità di comparto;  tredicesima mensilità;  assegno per il nucleo familiare, se ed in quanto dovuto. Tutti gli emolumenti premenzionati sono soggetti alle ritenute previdenziali, assistenziali ed erariali.

REQUISITI GENERALI E PARTICOLARI PER L’AMMISSIONE AL CONCORSO

Possesso del diploma di Laurea Magistrale in Giurisprudenza, ovvero della Laurea in Giurisprudenza conseguita secondo il previgente ordinamento degli studi;

2. Abilitazione all’esercizio della professione;

3. Iscrizione all’albo professionale degli avvocati. Si precisa che saranno ammessi, altresì: a. dipendenti dello Stato appartenenti ai ruoli delle ex carriere direttive con almeno tre anni di effettivo servizio, che abbiano superato l’esame di abilitazione all’esercizio della professione di avvocato;

b. dipendenti di ruolo delle regioni, degli enti locali, degli enti pubblici a carattere nazionale, assunti mediante pubblici concorsi con almeno tre anni di effettivo servizio nella carriera direttiva o professionale legale, che abbiano superato l’esame di abilitazione all’esercizio della professione di avvocato; c. candidati che abbiano dovuto, per ragioni di ufficio, procedere alla cancellazione, stante previsioni regolamentari e legislative che ne statuiscono la incompatibilità per via della professione esercitata;

4. cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’Unione Europea;

5. idoneità fisica all’impiego. L’Amministrazione ha facoltà di sottoporre a visita medica di controllo i vincitori di concorso, in base alla normativa vigente. Non possono accedere agli impieghi coloro che siano esclusi dall’elettorato attivo, nonché coloro che siano stati destituiti, dispensati o licenziati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero siano stati dichiarati decaduti da un impiego statale. I cittadini italiani soggetti all’obbligo di leva devono essere in posizione regolare nei confronti di tale obbligo.

Tutti i requisiti sopra indicati devono essere posseduti alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda di ammissione, stabilito dal presente bando. La mancanza anche di uno solo dei requisiti stessi comporterà l’esclusione dal concorso e, comunque, dalla nomina in ruolo.

PROGRAMMA D’ESAME

L’esame consisterà in due prove scritte ed in una prova orale. 1^ prova scritta: elaborato consistente nella redazione di un motivato parere legale o atto giudiziario vertente su una o più delle seguenti materie: Diritto Civile, Diritto Penale, Diritto processuale Penale e Civile, Diritto e procedura Amministrativa, Diritto degli Enti Locali, Diritto Costituzionale, Diritto del Lavoro; 2^ prova scritta: elaborato consistente nella redazione di un atto amministrativo.

Durante le prove scritte ai candidati sarà consentito soltanto la consultazione di codici, leggi e decreti, purché il testo sia privo di note e commenti giurisprudenziali e/o dottrinali. prova orale: Le materie delle prove scritte oltre Diritto Amministrativo e Legislazione EE.LL. Nel corso della prova orale si provvederà ad accertare la conoscenza della deontologia professionale, il livello di conoscenza della lingua inglese, delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse.

DOMANDE DI AMMISSIONE AL CONCORSO – MODALITÀ’ DI REDAZIONE

Nella domanda di ammissione al concorso il candidato deve dichiarare sotto la propria responsabilità, ai sensi dell’art. 46 del D.P.R. n. 445 del 28.12.2000 e consapevole delle sanzioni penali previste, nel caso di dichiarazioni mendaci, dall’art. 76 dello stesso decreto: a) cognome, nome e residenza; b) esatto recapito, qualora il medesimo non coincida con la residenza, presso il quale deve, ad ogni effetto, essere fatta qualsiasi comunicazione; c) luogo e la data di nascita; d) eventuali titoli che danno diritto, per legge, a preferenza a parità di merito; e) possesso della cittadinanza italiana, salvo quanto previsto dall’art. 38 del Decreto Legislativo n. 165/2001; f) godimento dei diritti politici; g) eventuali condanne penali riportate ovvero l’assenza di tali condanne; h) servizi prestati presso pubbliche amministrazioni e conseguenti eventuali cause di risoluzione del rapporto di pubblico impiego; i) di non essere stato destituito, dispensato o dichiarato decaduto dall’impiego presso una pubblica amministrazione ovvero licenziato per persistente insufficiente rendimento o a seguito dell’accertamento che l’impiego venne conseguito mediante la produzione di documenti falsi o mezzi fraudolenti; j) di essere fisicamente idoneo allo svolgimento delle mansioni; k) stato civile ed eventualmente il numero dei figli a carico; l) posizione nei riguardi degli obblighi di leva; m) Comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero il motivo della non iscrizione o della cancellazione dalle medesime; n) possesso del titolo di studio richiesto. Si precisa che sono fatte salve le domande già pervenute ferma restando la facoltà per gli interessati di procedere all’eventuale integrazione della documentazione già presentata, entro il nuovo termine di scadenza; La mancata sottoscrizione della domanda di partecipazione comporterà l’esclusione dal concorso. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 20 della Legge 05.02.1992 n. 104, i candidati portatori di handicap nella domanda dovranno fare esplicita richiesta degli ausili necessari, in relazione al proprio handicap, per poter sostenere la prova d’esame, nonché l’eventuale necessità di tempi aggiuntivi per l’espletamento della prova stessa. In tal caso, prima dell’espletamento delle prove, il candidato dovrà produrre idonea certificazione medica, rilasciata da competente struttura sanitaria, relativa alla necessità di tempi supplementari e di ausili specifici. F)

DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA DOMANDA E REGOLARIZZAZIONE

Alla domanda di ammissione deve essere allegata, entro il termine fissato per la scadenza della presentazione della domanda, la ricevuta di versamento della tassa di concorso di € 10,00, non rimborsabile anche in caso di revoca della procedura, effettuato presso: la Tesoreria Comunale – Banca Intesa-San Paolo a mezzo bonifico intestato alla Tesoreria Comunale Banca Intesa- San Paolo – IBAN: IT 39C 03069 04013 100000046051 a mezzo conto corrente postale – intestato al Comune di Gioia del Colle – Servizio Tesoreria c.c. n.18313700 In caso di mancata produzione della predetta ricevuta, verrà assegnato ai concorrenti un termine per la presentazione della stessa, pena l’esclusione dalla selezione. Alla domanda dovranno essere, altresì, allegati: fotocopia di un documento valido di riconoscimento e curriculum vitae. E’ fatta salva la possibilità di regolarizzazione delle domande che presentino imperfezioni formali, nei casi e con le modalità previsti dal Regolamento delle procedure d’accesso agli impieghi. Il termine fissato per la regolarizzazione avrà carattere di perentorietà.

AMMISSIBILITA’ DEI CANDIDATI, PROVA PRESELETTIVA E DIARIO DELLE PROVE

La mancata presentazione del candidato nelle sedi, nei giorni e nelle ore di cui agli avvisi pubblicati sul sito verrà ritenuta come rinuncia a partecipare al concorso. I candidati dovranno presentarsi a tutte le prove muniti di carta identità o di altro documento legale di riconoscimento. Ammissione ed esclusione dei candidati Tutti i candidati che avranno fatto pervenire domanda di partecipazione al concorso, con le modalità di cui sopra ed entro il termine prescritto, debitamente sottoscritta e corredata della ricevuta di versamento della tassa di concorso, della fotocopia del documento di identità e del curriculum vitae, sono ammessi con riserva alle prove sulla base delle dichiarazioni presentate ai sensi del D.P.R. 445/2000. Il reale possesso dei requisiti dichiarati dai candidati verrà effettuato al momento dell’assunzione. L’elenco dei candidati ammessi e le date di esame saranno pubblicati sul sito internet del Comune di Gioia del Colle – Sezione Concorsi.

La pubblicazione dell’elenco e delle date di esame sostituisce ogni altra forma di comunicazione ed ha valore di notifica agli interessati. La mancata regolarizzazione nei termini assegnati costituisce motivo di esclusione dal concorso. L’esclusione è comunicata agli interessati mediante l’invio di messaggio di posta elettronica all’indirizzo dichiarato nella domanda, o all’indirizzo PEC o a mezzo di comunicazione telegrafica. La comunicazione deve indicare i motivi dell’esclusione. Prova preselettiva Nel caso in cui il numero dei candidati sia pari o superiore a 25, gli stessi saranno sottoposti ad una prova preselettiva consistente in un questionario a risposta multipla avente ad oggetto tutte le materie previste dal presente bando. I criteri di valutazione saranno preventivamente stabiliti dalla commissione esaminatrice. Saranno ammessi a sostenere le prove scritte i candidati che, effettuata la preselezione, risulteranno collocati in graduatoria entro i primi 25 posti.

Saranno ammessi, altresì, tutti i candidati aventi il medesimo punteggio del candidato collocatosi al 25° posto. Il punteggio ottenuto nella preselezione non sarà comunque ritenuto utile ai fini della formazione della graduatoria finale. Durante la preselezione i candidati non potranno consultare alcun testo. Prove d’esame L’elenco dei candidati ammessi a sostenere le prove scritte a seguito della prova preselettiva, sarà pubblicato sul sito internet del Comune unitamente alle date delle prove scritte e del colloquio (prova orale) e della sede in cui si svolgeranno gli esami. La pubblicazione dell’elenco e del diario delle prove sostituisce ogni altra forma di comunicazione ed ha valore di notifica agli interessati. I candidati che abbiano conseguito in ciascuna delle prove scritte un punteggio di almeno 21/30 saranno ammessi a sostenere la prova orale previo scioglimento della riserva. La prova orale si intende superata con una votazione di almeno 21/30. La comunicazione ai candidati relativamente all’ammissione alla prova orale verrà effettuata mediante affissione dei risultati della prova scritta sul sito internet www.comune.gioiadelcolle.ba.it

FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA DI MERITO

La valutazione dei titoli e assegnazione del relativo punteggio è effettuata dalla Commissione esaminatrice prima della correzione della prova scritta. Il punteggio assegnato alla Commissione per la valutazione dei titoli, in conformità a quanto indicato nell’art. 14 del vigente Regolamento sulle modalità di accesso agli impieghi, viene dalla stessa attribuito così come segue: 1. titoli di studio e specializzazioni professionali punti 4 2. titoli vari e curriculum professionale, debitamente documentato punti 3 3 titoli di servizio punti 3 La Commissione esaminatrice formerà la graduatoria di merito finale secondo il punteggio riportato da ciascun candidato, dato dalla somma del voto conseguito nella prova scritta, della votazione conseguita nella prova orale e del punteggio riveniente dalla valutazione dei titoli.

I candidati classificati a pari merito nella graduatoria verranno invitati a produrre, entro il termine perentorio fissato nella richiesta, idonea documentazione in carta semplice attestante il possesso dei titoli di riserva, preferenza o precedenza, a parità di valutazione, dichiarati nella domanda, dalla quale risulti altresì il possesso del requisito alla data di scadenza del termine utile per la presentazione della domanda di ammissione al concorso.

La graduatoria di merito ed il verbale delle operazioni concorsuali sono approvati con provvedimento del Dirigente competente. La graduatoria è immediatamente efficace, previo riscontro della legittimità delle operazioni concorsuali. La graduatoria di cui alla predetta determinazione è pubblicata nell’apposita sezione del sito istituzionale\. Dalla data di pubblicazione della graduatoria decorre il termine per eventuali impugnative.

RISERVA IN MATERIA CONCORSUALE

Ai sensi dell’art. 1014, co.4 e dell’art. 678, comma 9 del d.lgs. 66/2010, essendosi determinato un cumulo di frazioni di riserva pari/superiore all’unità, il posto in concorso è riservato prioritariamente a volontario delle FF.AA. Solo nel caso di assenza di candidati idonei o vincitori appartenenti all’anzidetta categoria, il posto sarà assegnato ad altro candidato utilmente collocato in graduatoria Il fabbisogno organico che si intende coprire con l’indizione del concorso deve permanere fino alla costituzione del rapporto di lavoro. Il Comune ha facoltà di annullare, revocare, sospendere, prorogare o di riaprire i termini del concorso indetto nei seguenti casi:

a) preclusioni normative derivanti da disposizioni di legge che comportino il blocco delle assunzioni o facciano venir meno l’esigenza stessa del concorso o dell’assunzione;

b) preclusioni organizzative intese come provvedimenti di riordino della dotazione organica che comportino la soppressione della struttura interessata alla copertura; c) preclusioni finanziarie sopravvenute;

d) necessità procedurali di prorogare o riaprire i termini del concorso qualora il numero dei candidati sia ritenuto insufficiente per il buon esito o nel caso in cui si debbano apportare modifiche od integrazioni al bando di concorso. In tali casi, si procede alla proroga o alla “riapertura dei termini” di scadenza del concorso per un periodo di tempo ritenuto congruo in relazione ai motivi che hanno condotto alla proroga o alla riapertura dei termini fatta salva la validità delle domande di ammissione già pervenute ed in regola anche con le nuove disposizioni. Le domande presentate in precedenza restano valide, ed i candidati hanno la facoltà di integrare, entro il nuovo termine, la documentazione allegata.

DISPOSIZIONI TRANSITORIE E FINALI

La partecipazione al concorso comporta la esplicita ed incondizionata accettazione delle norme stabilite dalle disposizioni di legge vigenti in materia, ivi comprese quelle inerenti specificatamente all’espletamento dei concorsi, nonché le eventuali modifiche che vi potranno essere apportate, se ed in quanto non in contrasto con disposizioni gerarchicamente sovraordinate. Ai sensi dell’art. 71 del D.P.R. n. 445/2000, il Comune di Gioia del Colle si riserva di procedere ad appositi controlli, anche a campione, sulle veridicità delle dichiarazioni rilasciate dal candidato nella domanda di partecipazione. Fermo restando quanto previsto dall’art. 75 del D.P.R. n. 445/2000, qualora dal controllo suddetto emerga la non veridicità del contenuto delle dichiarazioni, il dichiarante decade di benefici conseguenti al provvedimento emanato sulla base delle dichiarazioni non veritiere. Responsabile del procedimento è il sottoscritto Direttore di Area.

Per ogni eventuale informazione circa il presente concorso, i candidati potranno rivolgersi: al Comune di Gioia del Colle, P.zza Margherita di Savoia n. 10, Servizio Gestione Risorse Umane, al numero 0803494330-273-315. Per consultazione o per ulteriori informazioni: sito Internet: www.comune.gioiadelcolle.ba.it.it; e-mail: personale@comune.gioiadelcolle.ba.it.it Gioia del Colle, lì 16.09.2019

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: