Marettimo, la Perla del Mediterraneo

Marettimo è un’isola che fa parte dell’arcipelago delle Egadi in Sicilia, la più distante da raggiungere partendo dal porto di Trapani. L’isola conta poco più di 600 abitanti in Inverno e, com’è normale che sia, gran parte della sua economia è basata sulla pesca ma soprattutto sul turismo.

È un’isola che ha tantissimo da offrire al turista, sia per quel che riguarda le bellezze del luogo che per il freschissimo pescato locale. Molti la raggiungono con gli appositi traghetti che fanno la spola con la terraferma, altri inseriscono Marettimo nel proprio itinerario se decidono di fare le Egadi in barca a vela.

Relax e tranquillità sin dal primo momento a Marettimo

Non appena sbarcati sull’isola, è netta la sensazione di benessere e tranquillità che si percepisce: a Marettimo non ci sono infatti veicoli a motore (tranne qualche mezzo di servizio) e il centro storico è in ogni caso interdetto alle auto.

Per questo motivo ci si muove esclusivamente a piedi, il che è veramente piacevole date le brevissime distanze tra un punto di interesse e l’altro e i pittoreschi vicoli che presentano case dipinte di bianco e fiori colorati sui davanzali delle finestre.

Ad ogni modo sull’isola sono presenti servizi di noleggio biciclette per bellissime passeggiate vista mare o i quad per chi ha voglia di un’avventura fuori sentiero. Il turista in vacanza a Marettimo può godere di una mare veramente trasparente e cristallino, uno di quelli così invitanti che è impossibile resistere alla tentazione di un tuffo.

L’imperdibile tour dell’isola in barca

Per poter dire di aver veramente visitato questa meravigliosa isola, è d’obbligo prendere parte ad uno dei tour dell’isola in barca organizzati dai pescatori del luogo. In cambio di una mancia infatti (max 20€ a persona), essi ti condurranno a fare un giro intero dell’isola alla scoperta di tutte quelle grotte e spiaggette impossibili da raggiungere via terra.

I pescatori, esperti navigatori e perfetti conoscitori del luogo, entreranno addirittura dentro le grotte con la barca, per consentirti di ammirare al meglio anche il loro interno e scattare foto incredibili. Effettueranno inoltre 2 o 3 soste per consentirti di fare il bagno laddove l’acqua è più bella. Non dimenticare perciò le mascherine da sub per poter guardare sott’acqua, perché il panorama sottomarino qui è veramente incantevole e sarebbe un peccato perderselo. 

Qui anche l’aperitivo è base di pesce fresco

La pesca, come già detto, è sicuramente parte importante dell’economia di Marettimo, e i turisti possono gustare il pescato del giorno nei tanti ristoranti presenti sull’isola.

Ottimi i primi a base di pesce e le immancabili grigliate con terrazza vista mare e, udite udite, a Marettimo anche l’aperitivo è a base di pesce. Si perché i tanti bar dell’isola, al calar del sole, offrono dei magnifici cocktail accompagnati da prodotti di tonnara locali, una vera delizia per il palato per un aperitivo che non dimenticherai certamente.

Una vacanza a Marettimo è quindi l’occasione giusta per riposare e vivere in un luogo d’altri tempi, in cui il mare è incontaminato e la natura è ancora assoluta protagonista.

Le migliori sagre italiane: 5 tra cui scegliere

Le feste dedicate ai prodotti tipici ed alle eccellenza gastronomiche di tutta Italia sono un appuntamento fisso e tanto atteso, soprattutto durante la bella stagione.

Le sagre sono un’occasione non solo per assaggiare tanti piatti che uniscono sapientemente tradizione e territorio, ma anche per viaggiare e visitare borghi e paesi di tutto lo stivale.

Ogni anno, tantissimi paesi celebrano le loro tradizioni culinarie, e non solo, proponendo sagre per tutti i gusti, per chi ama i sapori salati o per chi preferisce i cibi di una volta, ma anche per i più golosi. Non resta altro che partire alla scoperta di nuovi sapori e nuovi posti con la nostra guida alle migliori 5 sagre italiane.

– Sagra del Peperone di Carmagnola – Carmagnola (TO)

Dal 31 Agosto al 2 Settembre, ogni anno, la cittadina di Carmagnola, a sud di Torino, festeggia una sua tipicità: il Peperone di Carmagnola protagonista di una sagra dedicata ai sapori della tradizione che prevede anche un ricco programma di eventi, spettacoli, talk show e laboratori per bambini.

Il “re” dell’evento, il peperone, presente in tutte le quattro tipologie riconosciute dal Consorzio è declinato in tantissimi piatti, dall’antipasto al dolce, o quasi.

Per avere maggiori informazioni sulla sagra e per conoscere meglio la Puglia, puoi leggere le guide turistiche di Tipintravel.com.

– Sagra del Pesce Fritto – Santa Maria di Leuca (LE)

A Santa Maria di Leuca, località dove il mar Ionio e l’Adriatico si abbracciano, non poteva mancare una sagra dedicata al pesce, ma anche ad altri piatti della cucina salentina.

Non solo pesce fritto, quindi, ma anche tipicità come la pasta alla pescatora ed il polpo a “pignata” da gustare in una location d’eccezione ammirando il tramonto e bevendo gli ottimi vini del Salento.

– Festa dell’antica pizza cilentana – Giungano (SA)

A pochi passi dai famosi Templi di Paestum, dal 2004, ogni anno si svolge uno degli eventi “cult” più attesi dell’estate cilentana. A Giungano, ad Agosto, i vicoli del paese sono dedicati a questa sagra che, oltre la pizza cotta a legno con pomodoro e formaggio di capra, propone piatti tipici della tradizione.

Fusilli, rigorosamente fatti a mano con l’apposito ferro, ma anche acqua sale (pane biscottato con pomodoro e basilico), i dolci come i murzelletti e i classici fichi del Cilento possono essere gustati visitando i portoni della città che si aprono a turisti e visitatori.

– Sagra del fungo di Borgotaro – Borgo Val di Taro (PR)

Questa sagra è dedicata a fungo di Borgotaro l’unico, in Europa, ad avere la denominazione IGP  e declinato in tanti piatti.

Tra un assaggio e l’altro, non mancano eventi come show cooking, masterclass e convegni dedicati a questo prodotto di eccellenza.

– Festa del cioccolato artigianale – Folgaria (TN)

Ecco una sagra dedicata ai golosi. Infatti, tra i meravigliosi paesaggi dell’Alpe Cimbra, è possibile degustare un ottimo cioccolato. Oltre a interessanti show cooking, masterclass e degustazioni, è possibile visitare una vera e propria fabbrica di cioccolato e acquistare prodotti a base el cibo degli dei, come praline e le gustose creme spalmabili.

La festa del cioccolato è una sagra ideale da visitare con i bimbi che potranno partecipare a laboratori ad-hoc.

7 Posti da visitare in America

Tutti dovrebbero visitare gli Stati Uniti almeno una volta nella propria vita, perché questi luoghi trasudano della storia recente in cui la parola "libertà" è stata posta al centro del sistema democratico per eccellenza, che a sua volta ha dato vita ad un vero e proprio mito, per il resto del mondo conosciuto.

Viaggio negli Stati Uniti

Tutti dovrebbero visitare gli Stati Uniti almeno una volta nella propria vita, perché questi luoghi trasudano della storia recente in cui la parola “libertà” è stata posta al centro del sistema democratico per eccellenza, che a sua volta ha dato vita ad un vero e proprio mito, per il resto del mondo conosciuto.

In questo articolo, spiegheremo quali posti degli Stati Uniti vanno assolutamente visitati, durante il viaggio alla scoperta del nuovo continente.

New York

È doveroso, quando si approda dall’altra parte del mondo, visitare questa città, che è rappresentata molto bene dalla Statua della Libertà, oltre che dall’Empire State Builduing, dalla Rockfeller Plaza, dal Chrysler Building.

Il polmone verde della città, dove sono stati girati innumerevoli film, è Central Park; mentre se si vuole prestare attenzione alla parte artistica della città, bisogna dirigersi a Brodway.

Gran Canyon

Per un approccio più naturalistico, bisogna, invece, osservare con i propri occhi, il Gran Canyon, semplicemente facendo una gita di circa un giorno da Las Vegas.

Questa attrazione dalle scogliere immense ha attirato turisti da tutte le parti del mondo ed in qualsiasi periodo dell’anno, perché regala uno scorcio di immensità che non si può dimenticare.

Las Vegas

Anche questa è una delle città maggiormente conosciute all’estero e con i suoi colori brillanti e la notte che non sembra mai finire, ha attirato turisti per i suoi casinò, oltre che per gli innumerevoli spettacoli sempre al passi con i tempi.

Questa città è infatti attiva sia di giorno, sia di notte ed offre divertimenti per gli adulti e bambini.

Washington DC

La capitale simbolo della democrazia, dove è situata la tanto famosa Casa Bianca, in cui risiede il Presidente americano, è una città più formale rispetto a quelle citate in precedenza, attorniata durante la primavera da alberi di ciliegio in fiore, per i quali è stato istituito anche un Festival.

Da ricordare per una visita completa, anche il Smithsonian Museum.

Miami

Per godere del caldo della Florida, si deve visitare Miami: le lunghissime spiagge composte da sabbia bianca che si affacciano direttamente sull’oceano, sono teatri di competizioni sportive si diverso genere.

Quando arriva la sera, vi è invece organizzata la sfilata delle auto d’epoca nei pressi di South Beach.

Los Angeles

Questa città, simbolo della cultura pop sempre in evoluzione, offre ai propri turisti anche la possibilità di incontrare le star internazionali che cavalcano le strade di Hollywood, di Beverly Hills e di Bel Air. Da visitare ci sono anche il Museo della Pagina e La Brea Tar Pits.

Orlando

Questa città deve la sua fama alla grande presenza di parchi a tema di importanza internazionale: Walt Disney World Resort, Universal Studios, SeaWorld.

Queste attrazioni generano un turismo tutto incentrato sulle famiglie e sul divertimento a qualsiasi età.

Stati Uniti: mille luoghi ed una sola magia

Per visitare tutto ciò che si dovrebbe vedere di questo splendido stato non basterebbe un mese, poiché le attrazioni sono molteplici e gli interessi variano di persona in persona.

Ma con un’organizzazione eccellente che preceda la partenza, si possono apprezzare diversi luoghi anche non avendo a disposizione moltissimo tempo.

La magia di questo Stato che emerge dai suoi confini attraverso immagini o oggetti di uso comune, può essere spiegata solo vivendo in prima persona quest’avventura almeno una volta nella vita.

10 luoghi da non perdere in Salento

Il Salento è una delle zone più famose della Puglia, meta balneare scelta da tantissimi turisti sia italiani che stranieri. In realtà il Salento è molto più che chilometri di sabbia fine e acqua limpida o scogliere a picco sul mare (che comunque già da sole meritano una visita): è una regione piena di piccoli borghi dove enogastronomia, luoghi naturalistici e culturali si alternano sapientemente garantendo al visitatore tutto quello che può desiderare da un viaggio o da una vacanza.

Lecce

Lecce è il cuore del salento, meravigliosa città barocca situata al centro della penisola salentina, quasi equamente distante dalle due coste. Visitare Lecce è quasi un obbligo per chi decide di trascorrere le proprie vacanze in Salento ed è un buon punto di partenza per esplorare i borghi e le spiagge della zona. Assolutamente da non perdere a Lecce le tante chiese barocche (come la Basilica di Santa Croce, il Duomo e la Chiesa di Santa Chiara), il Castello di Carlo V e l’Anfiteatro Romano.

Castro

Castro è uno splendido borgo, con le mura messapiche che circondano il paese affacciato sul mare, con vicoli e case basse ed un castello che domina il punto più alto e che offre uno splendido sulla sua costa. Da non perdere, oltre al Castello, la Chiesa Bizantina, Castro Marina e la Grotta della Zinzulusa, situata a pochi chilometri dal centro del paese.

Santa Maria di Leuca

Il punto più estremo del Salento, dove mar adriatico e mar ionio si incontrano. Meravigliosa la piazzetta con il faro e la Basilica de Finibus Terrae che offre un affaccio panoramico sui due mari. Da non perdere una passeggiata lungo il borgo con particolare attenzione ai palazzi eleganti che ne adornano le vie.

Otranto

Porto più ad est di Italia, punto più vicino all’Albania, Otranto ha un piccolo centro storico racchiuso all’interno di una cinta muraria risalente al 1500. Da non perdere il Castello Aragonese (piccola curiosità:  ha ispirato il primo romanzo gotico della storia, ad opera di Horace Walpole), la Cattedrale di Santa Maria Annunziata, Palazzo Lopez e la vicina Cava di Bauxite, un paesaggio fatto di terra rossa che ricorda i parchi del nord America.

Nardò

Nardò è un borgo di origine bizantina, il cui centro storico è ricco di architetture barocche. Ne sono uno splendido esempio la Chiesa di San Domenico e Piazza Salandra. Da non perdere i tanti Palazzi Nobiliari ed il Castello di Acquaviva.

Gallipoli

Considerata una delle perle del Salento, Gallipoli è una meta assolutamente imperdibile. Il suo centro storico ha ancora molto dell’impianto greco con cui la città è nata e, considerando l’estensione non immensa del borgo, conserva un numero elevatissimo di Chiese (circa 20 consacrate e una decina oramai sconsacrate). Da non perdere la Cattedrale di Sant’Agata, la passeggiata sul suo caratteristico lungomare, il Castello e le spiaggette che si trovano a pochi passi dal borgo.

Specchia

Specchia fa parte del circuito dei borghi più belli d’Italia. Nonostante sia un paese davvero piccolino, è talmente caratteristico da assomigliare ad una cartolina. Da non perdere Piazza del Popolo, il Convento dei Francescani Neri, Palazzo Risolo, la Chiesa della Presentazione Beata Vergine Maria e i Frantoi Ipogei.

Corigliano d’Otranto

Cuore della Grecia Salentina, Corigliano d’Otranto è famoso per le sue case a corte ed il suo bel castello bizantino. Da non perdere la Chiesa Madre di San Nicola di Mira, Piazza Vittorio, Palazzo Comi, la Torre dell’Orologio e le mura di cinta della città, con le porte d’ingresso.

Maldive del Salento

Località balneare tra le più famose d’Italia, con spiagge bianche di sabbia finissima e acqua talmente tanto limpida da ricordare il mare caraibico. Si trovano a poca distanza di Santa Maria di Leuca, sul Mar Ionio, e sono caratterizzate da dune a ridosso del mare, piace di acacia e tamerici.

Torre dell’Orso

Altra località balneare, questa volta sul Mare Adriatico, con spiaggia argentata, una costa dritta a picco sul mare e due splendidi faraglioni di pietra bianca che decorano il paesaggio creando la fotografia più caratteristica dell’intera zona.

Itinerari estivi on the road con veicolo a noleggio

viaggiare in puglia

L’estate è alle porte e anche questo anno le principali mete degli italiani saranno le zone di mare più belle della penisola italiana. Ci sono decine di posti da vedere, visitare ed esplorare lungo le migliaia di coste dell’Italia e visitarle tutte richiederebbe tanto tempo. La cosa migliore, infatti, è quella di organizzare un tour a tappe in modo da vedere le principali località, anche le meno conosciute, di una determinata zona in Italia.

Come farlo?

La cosa migliore è quella di affittare una vettura per le vacanze e partire per un’avventura on the road insieme alla famiglia o agli amici in Puglia, Sicilia o Sardegna. Di fatto, affittare una macchina è un’opzione scelta da tante turisti e se fosse il tuo caso, in questo articolo dedicato alle migliori compagnie di autonoleggio più affidabili per organizzare un road trip potrai trovare preziosi consigli e una lunga lista di cose da tenere  a mente quando si organizza un viaggio di questo tipo.

Due itinerari di viaggio in Sicilia e Puglia

Gli itinerari in auto sono da pianificare prima della partenza ed è fondamentale raggiungere la destinazione e prelevare il veicolo a noleggio una volta arrivati nella zona da visitare. Molte persone amano la Sicilia, altre la Puglia e altrettante la Sardegna e scegliere la meta per la vacanza potrebbe non essere semplice. Adesso vediamo quali potrebbero essere gli itinerari migliori per una vacanza estiva in auto.

Sicilia nord orientale

La Sicilia Nord Orientale è una delle migliori opzioni per organizzare un itinerario di viaggio in auto perché ci sono alcune delle migliori cose da vedere di questa regione. Da Messina fino a Catania ci sono decine di località in cui vale la pena fermarsi, sia per andare al mare, sia per visitare piccoli borghi.

Inoltre, un possibile itinerario facendo base a Messina potrebbe essere il seguente:

  • Visitare la città di Messina e i suoi dintorni
  • Trascorrere una giornata a Milazzo tra le vie del centro e le sue spiagge
  • Escursione alle isole Eolie: qui è possibile rilassarsi in spiaggia oppure fare escursioni in barca
  • Visitare Taormina. Questa città è considerata come una delle più belle di questa zona ed è affollata di turisti, sia italiani, sia stranieri.
  • Escursione sull’Etna: organizzare una visita sulle pendici del vulcano siciliano è un’ottima idea durante l’estate perché l’aria è più fresca e il panorama sul mare è incantevole.

Puglia

La Puglia è un’altra meta ambita e amata dagli italiani e con la situazione attuale sempre più italiani scelgono di viaggiare in auto, come afferma repubblica. Questo trend non potrà che aumentare e dato l’enorme successo che ha avuto questa regione negli ultimi anni nei prossimi mesi estivi sarà la destinazione preferita di tantissimi italiani.

Il Salento è una delle migliori zone da visitare di questa regione e con un itinerario di oltre dieci giorni è possibile toccare tutte le bellezze di questa terra.

Per stabilire un itinerario in Puglia è importante citare alcune delle località da visitare assolutamente, tra queste ricordiamo:

  • San Foca
  • Torre dell’Orso
  • Lecce
  • Otranto
  • Castro
  • Porto Selvaggio
  • Gallipoli

Gallipoli è una delle destinazioni più ambite per la movida e per le sue spiagge. Per un viaggio insieme agli amici in questa regione questa città è più che consigliata mentre chi ama la natura, l’acqua cristallina e le grotte suggeriamo Torre dell’Orso e la grotta della Poesia.

Sei un dipendente pubblico e stai organizzando un viaggio a Londra?

ponte di bridge

Chi lavora nel pubblico finisce spesso per organizzare le proprie vacanze per tempo. Non è raro che un dipendente pubblico cerchi di gestire al meglio i propri giorni liberi, anche grazie a periodi ben specifici in cui l’ufficio in cui si lavora può andare in ferie obbligate.

Quale meta migliore di Londra, per un viaggio anche di pochi giorni, per riposare e ricaricare le batterie? Vediamo che tipo di vacanza è possibile vivere a Londra.

Toccata e fuga

Se sei un dipendente pubblico e stai pensando anche a piccoli viaggi durante l’anno, questo paragrafo è proprio ciò che fa per te. Londra è una città che può essere visitata anche per pochi giorni, magari per lo spazio di un weekend lungo, come nel caso dei ponti festivi in occasione delle festività.

Chiaramente una breve visita impone di fare delle scelte ben precisa, scegliendo di visitare meno attrazioni, ma di immergersi al meglio in ciò che si andrà a visitare.

La magia di Londra può aiutare a staccare dalla routine di tutti i giorni, e non c’è niente di meglio di vivere la capitale inglese, respirando tra le sue vie, in un mescolarsi di storia e melting pot culturale.

Cosa vedere in pochi giorni? Ecco qualche consiglio.

Il London Eye, la celebre ruota panoramica, è un vero e proprio must, un imperdibile modo per vedere Londra dall’alto.

Purtroppo un altro dei simboli di Londra, il Big Ben, è in ristrutturazione, ma non temete, c’è molto altro da vedere. Buckingham Palace può essere ammirato passeggiando, e con un po’ di sana organizzazione si può ammirare anche il suggestivo cambio della guardia.

Anche i ponti, come London Bridge, rappresentano in pieno lo spirito di Londra, sorta sul Tamigi e diventata una vera e propria potenza navale nel corso dei secoli.

Non dimenticate, per il vostro svago, di Piccadilly Circus, la zona più in voga della città, vero centro del divertimento, tra ristoranti, pub e molto altro.

Vivere Londra: quando il viaggio si prolunga

E se invece la propria permanenza a Londra fosse più lunga? Una o due settimane sono un tempo che può finire per trasformare in maniera chiave il proprio viaggio a Londra, lasciando spazio non solo al divertimento e allo svago, ma anche in qualcosa di più.

Un dipendente pubblico potrebbe utilizzare un periodo di vacanza più lungo, come detto nel nostro incipit, anche per uno scopo diverso, come cercare lavoro per i propri figli.

A tal proposito nella sezione Lavoro del sito Londra.today potete trovare diverse guide per cercare lavoro, tra consigli, tips e molto altro. Non lasciatevi prendere dalla fretta, e utilizzate questo tempo al meglio per il futuro dei vostri ragazzi. Londra è davvero ricca di opportunità lavorative, ma non bisogna dimenticare la burocrazia a cui fare molta attenzione.

Tornando alla vacanza, nel caso di un viaggio più lungo potreste approfittare della rete ferroviaria inglese per viaggiare fuori Londra, e conoscere città diventate vere e proprio icone. Manchester, Bristol, Liverpool sono solo alcuni dei nomi di città londinesi assolutamente da visitare, ma non è da escludere di andare oltre i confini inglesi.

La rete ferroviaria riesce a portare i turisti con grande facilità anche in Galles, alla volta di Belfast, o addirittura verso la Scozia, con Glasgow e Edimburgo a brillare nel Nord della Gran Bretagna.

Una lunga permanenza si può trasformare in un viaggio on the road, scoprendo i luoghi più suggestivi del regno di Sua Maestà.

Viaggio a New York: cultura e musei – economia e comunicazioni

Sei in viaggio per New York?
Ecco le informazioni su cultura musei, economia e tante altre informazioni su cosa visitare.

Cultura e Musei

New York è il massimo centro culturale degli Stati Uniti e uno dei maggiori al mondo: ha tre università, numerosi istituti scientifici e fondazioni che finanziano ricerche in ogni campo, teatri, sale da concerto, biblioteche e musei.

Tra i musei scientifici il maggior è il Natural History Museum, fra quelli d’arte i più importanti sono il Metropolitan Museum of Art, il Museum of Modern Art e il Solomon R. Guggenheim Museum di arte contemporanea ospitato in un edificio dalle forme architettoniche arditissime, un’opera di Frank Lloyd Wright.

L’economia e le comunicazioni a New York

L’attività finanziaria è concentrata in prevalenza nella zona di Wall Street, dove hanno sede la borsa valori, le borse merci e numerosissime banche.

L’attività commerciale non ha uguali nel mondo, quella industriale è poi sviluppatissima specialmente nel settore dell’abbigliamento, editoriale, alimentare e in genere nella produzione di beni di commercio.

Il cuore della vita economica è il porto, il maggiore del mondo per traffico di merci e passeggeri; le sue banchine si estendono soprattutto sulle rive dell’Hudson, dell’Est River e della Baia Superiore, dominata dalla famosa Statua della Libertà.

La statua della Libertà è alta 46 m e sorge sulla Liberty Island, è del 1886, opera del francese F. Bartholdi.

Alle varie zone portuali fanno capo numerose autostrade e linee ferroviarie che assieme a un vasto sistema di vie d’acqua, assicurano il collegamento con il retroterra.

La rete delle comunicazioni urbane, tra le quali emerge la metropolitana, lunga 404,7 km, è imponente ma ancora inadeguata – il collegamento tra le varie isole e tra queste e la terra ferma è assicurato da servizi di traghetto, d a tunnel stradali e ferroviari e da numerosissimi ponti come quello di Brooklyn Bridge del 1883 e il Verrazzano Bridge.

Gli aeroporti principali sono il kennedy e il La Guardia.




Clima e temperatura

Gli inveri sono freddi e le estati calde. La stagione migliore per visitare New York è l’autunno.

Le temperature invernali sono sui 0,1 gradi, quelle estive su 24,6 ° / 26.

Cose da vedere

E’ d’obbligo la visita alla statua della Libertà, posta su un piedistallo di 45 metri sulla Liberty Island. Salendo sulla sommità si gode il panorma di parte della città.

Per raggiungere la Liberty Island ci si può servire del vaporetto che parte da Battery Park, un altro vaporetto da Staten Island a Manhattan, offrendo un scorcio panoramico sul porto più movimentato del mondo.

Manhattan è il cuore di New York, si trovano Wall Street Broadway, il Greenwich, il Central Park, l’Empire State Building…

In Wall Street sorge il New York Stock Exchange, la più grande borsa di valori nel mondo.

Greenwich Village, che si estende ad ovest di Broadway, la grande arteria che attraversa Manhattan, è ricco di stroia: le sue case hanno ospitato artisti e scrittori famosi.

Le strade principali sono fiancheggiate da negozi di artigiani e antiquari, ristoranti, coffe, gallerie d’arte.

Chinatown, da più di un secolo abitata da cinesi, è un labirinto di piccole vie affollate di negozi e ristoranti con cucina orientale. Nella parte centrale di Manhattan (Midtown) spiccano la mole dell’Empire State Building e il Rockefeler Center, grande complesso architettonico in cui sono situati gli studi televisivi e audiofonici della NBC e la Radio City Music Hall.

Nella città alta vi è il famoso Central Park che ha una superficie di 340 ettari di terreno: c’è da visitare uno zoo, un giardino zoologico per bambini, un teatro, due piste di pattinaggio, una giostra, uno stagno per modelli d’imbarcazioni e due laghetti con barche a remi.

Su un’altura che domina il fiume Huson, si trovano i Cloisters, una serie di cappelle e di chostri, trasportati pietra per pietra, dalla Francia meridionale e poi accuratamente ricostruiti: custodiscono una ricchissima collezione di arte medievale.

Poi una serie di ponti sull’East River collegano Manahattan e Brooklyn.

Brooklyn

Brooklyn è centro residenziale, ma anche industriale e commerciale; è ricca di bei parchi (il Prospect Park ha una superficie di 213 ettari di terreno) e sede di scuo­le, colleges e istituti di cultura.

Interessanti sono il giardino botanico, con la sua collezione di bonsai, e l’acquario.

Nella parte meridionale di Brooklyn si tro­vano parecchie spiagge: la più nota e ricca di attrazio­ni (luna park, ristoranti.piste di pattinaggio) è Coney lsland, che si stende per 5 km lungo l’Atlantico.

Il ponte Giovanni da Verrazzano congiunge Brooklyn a Richmond.

A Bronx si trova il giardino zoologico più grande di New York: interessante è la visita al padiglione del «Mondo delle tenebre», che ospita animali notturni,e alle «Pianure africane», in cui gli animali sono divisi dal pubblico solo da un fossato.

A Bronx vi è anche il secondo parco, in ordine di grandezza, della città: il Pelham Bay Park.

Nel quartiere di Queens, in massi­ma parte residenziale, si trova un altro grande parco, il Flushing Meadows-Corona Park, che comprende an­che una fattoria giardino-zoologico per bambini.

Queeens è sede dei due grandi aeroporti di New york: l’aeroporto La Guardia per voli nazionali e il J.F. Ken­nedy per quelli internazionali.

Tra Queens e Brooklyn si stende un’immensa riserva naturale, la Jamaica Bay Wildlife Preserve, grande come l’isola di Manhattan.

J  

Teatri e cinematografi

Il Lincoln Center di Man­hattan è il punto focale delle attività teatrali,di musica e di danza: comprende il famoso teatro dell’opera Metropolitan, la Philharmonic Hall, dove si svolgono concerti di musica classica e di jazz, il New York State Theater, sede della compagnia di balletto della città, e il Damrosch Park con un palcoscenico a forma di con­chiglia per concerti all’aperto.

La Radio City Music Hall, nel Rockefeller Center, capace di più di 6.000 posti a sedere, offre film di prima visione, riviste e spettacoli di varietà di grande effetto; la Carnegie Hall ospita orchestre e solisti tra i più famosi del mondo.

Trasporti

Girare per New York è difficile: gli autobus sono lenti e i tassì piuttosto costosi;il mezzo più rapido è la metropolitana (subway).

Sport

Per il baseball e il football (una variante del rugby). che sono gli sport più popolari,sono famosi lo stadio «Yanllie» a Bronx (70.000 spettatori) e lo

«Shea » a Oulens (55.000 spettatori). Sono molto po polari anche la pallacanestro e il pugilato: gli incontri più importanti si svolgono al Madison Square Garden di Manhattan, uno stadio coperto con 20.000 posti, che ospita anche manifestazioni non sportive.

Come si mangia.

Ci sono buoni ristoranti.con spe­cialità di ogni parte del mondo, ma sono molto cari. Numerosissime sono le tavole calde (snack-bars). I supermercati e i drugstore (specie di bar-emporio aperti anche di notte) hanno il reparto riservato alle colazioni veloci.

Orari di negozi e banche

I negozi fanno general­mente orario continuato. dalle 9 alle 18. Una sera alla settimana prolungano l’apertura fino alle 21,ma non vi è una regola fissa per tutti. Banche: apertura dal lunedì al sabato,dalle 9 alle 15.

Nei sobborghi alcune banche sono aperte al sabato mattina dalle 9 alle 12.

Ostelli per la gioventù

Vi è una guida che indirizza chi desidera alloggiare nelle città, a cura del Council on International Education Exchange (CIEE) e s’intitola “Where to stay U.S.A. from 0,50 to $ 7 a night” oppure la guida The student guide to New York.

Viaggio sul Gargano

Week-end a Varano sul Gargano

Il Gargano deve sicuramente la sua celebrità in Europa e nel mondo alla bellezza dei suoi circa 200 chilometri di costa, dall’aspetto primitivo e incontaminato, intercalata da arenili, pinete, macchia mediterranea, insenature, strapiombi, dune, faraglioni, grotte.
Ma il Gargano non è solo mare: dalla particolare cucina locale ai paesaggi naturali, dalla ricchezza del patrimonio archeologico alla straordinaria varietà faunistica e floreale del Parco Nazionale, dalle tradizioni popolari più caratteristiche a santuari e chiese mete di pellegrini di tutto il mondo, questa zona offre un campionario di situazioni sorprendenti.

Dopo 3 mesi di chiusura, di lockdown, finalmente siamo usciti per goderci un po di mare e sole.
Abbiamo raggiunto l’isola di Varano, vicino a Lesina, una lingua terra del tacco d’Italia, divisa dal lago e dal mare.Qui fioriscono allevamenti di vongole e cozze.
Scarseggiano i ricci di mare.
La ricchezza ittica di Varano viene limitata da un fenomeno naturale che si manifesta quasi tutte le estati. Quando le acque si scaldano perdono la limpidezza e si tingono di rosso ruggine. Si tratta di fioriture di alghe unicellulari talmente dense da consumare quasi tutto l’ossigeno presente nell’acqua tanto da rendere l’ambiente invivibile per gli altri organismi.
Quando si hanno queste fioriture i pesci cercano di fuggire in mare mentre gli altri organismi meno mobili come i granchi e i molluschi muoiono. Particolarmente colpite dall’anossia estiva sono le acque più profonde mentre si salvano quelle più basse e più vicine alle foci marine.
Il monte Calvo è la cima più alta tra quelle che costituiscono il massiccio del Gargano in Puglia. Raggiunge un’altitudine di 1056 m (quinta vetta della regione) e ha un’evidente morfologia carsica.

l Lago di Varano (FG)

Questo lago ha la forma grossolana di un trapezio, largo una decina di chilometri, che si addentra per circa sette nella massa montuosa del Gargano. 
Il suo perimetro scarsamente frastagliato, ha uno sviluppo di circa 33 km. Il fondale scende con una certa uniformità verso il centro dove raggiunge i 5 metri.
Bene adesso facciamo un salto ai villaggi situati in quella zona.
Si parla di Villaggio Varano, Varantur, Lido del Sole, Il Piccolo Ranch ecc.
Sono strutture datate, che tentano di adattarsi alle esigenze del nuovo turismo.
Sovente i turisti di questi villaggi sono pugliesi, campani, romani e qualcuno del nord Italia.
Per esempio se andate oggi al Villaggio Varano troverete le piscine vuote, considerato che il personale giustamente non sapeva se riempirle o meno, visto il Covid 19.
Consigli
Al momento è opportuno se volete trovare divertimento non recarsi in questa zona, perchè anche se naturalmente bellissima, offre un turismo molto arrangiato a costi medio alti.
Con lo stesso denaro si può trascorre un weekend in altre strutture e posti molto più organizzati.

Stai pensando di viaggiare per Amsterdam?

Informazioni per i viaggiatori su coronavirus (COVID-19)

Il coronavirus avrà un impatto sulla tua visita ad Amsterdam. Viaggiare in Olanda è attualmente scoraggiato.
Il governo ha approvato delle norme per aiutare a proteggere le persone ad Amsterdam, inclusa la cancellazione di tutti gli eventi. Continua a leggere per ulteriori informazioni.

Situazione di viaggio

In linea con le misure del governo volte a ridurre la diffusione del coronavirus, tutti i viaggi non essenziali sono scoraggiati. Siamo orgogliosi della nostra bellissima città, ma questo è il momento di proteggere te stesso e gli altri rimanendo a casa ed evitando luoghi affollati . Per le ultime informazioni sui voli per Amsterdam, consultare  Schiphol.nl . Il trasporto pubblico funziona normalmente, ma devi indossare una maschera.

Chiusure e cancellazioni

A partire dal 1 ° giugno, musei, teatri e ristoranti possono riaprire porte e terrazze. Tuttavia, controlla  government.nl  per le misure extra previste e gli ultimi aggiornamenti.  Tutti i raduni sociali sono vietati fino a settembre 2020. I  principali eventi sono stati cancellati o rinviati, tra cui King’s Day, Grand Prix Zandvoort, EURO 2020, Sail 2020, Pride Amsterdam 2020 ed Eurovision Song Contest.

Anche il  Centro informazioni visitatori  di Schiphol è chiuso.

 

Amsterdam City Card

In caso di domande sulla City Card, inviare un’e  mail a  citycard@iamsterdam.com . A causa delle richieste di grandi volumi, potrebbe essere necessario più tempo del solito per rispondere. Chiediamo cortesemente la tua pazienza.

Risorse sanitarie

Informazioni complete sono disponibili sul  National Institute for Public Health and the Environment (RIVM) , tra cui una guida ai sintomi, quando visitare un GP, ​​domande e risposte, consigli di viaggio e aggiornamenti dell’Organizzazione mondiale della sanità. È stata inoltre creata una hotline nazionale di informazioni per rispondere alle domande, che è possibile contattare al numero 0800 1351. Segue un messaggio inglese dopo quello olandese.

Mentre il divieto di viaggio continua, ti porteremo Amsterdam! Esplora virtualmente i famosi campi di fiori di Keukenhof . Scopri i capolavori di Vincent van Gogh e Rembrandt van Rijn  senza lasciare la tua stanza . O inizia a pianificare il tuo prossimo viaggio  nella nostra bellissima città. Gli oratori olandesi possono visitare la nostra nuova pagina panoramica .

 
 

Prelievo in sterline al bancomat di Londra

Se si possiede una carta Vpay abbinata ad un conto corrente e vi trovate a Londra per qualsiasi ragione bisogna sapere che quando si effettua un prelievo bancomat ci sono dei costi aggiuntivi da sostenere.

In questi casi non si sta più prelevando moneta europea con valuta in euro bensì con valuta estera. Quando si effettuano prelievi in valuta estera e si possiede un conto corrente in valuta euro intervengono dei costi aggiuntivi che solitamente sono indicati nell’estratto conto della carta.

Prima di essere addebitati sulla carta i prelievi vengono convertiti in euro. Il costo dell’addebito in più è dovuto al tasso di cambio usato da Visa per la conversione, che può essere diverso da quello ufficiale. Inoltre bisogna aggiungere una commissione del 2%.

error: I contenuti di questo sito sono protetti da copywrite !!