AVVISO DI MOBILITA’ ESTERNA VOLONTARIA PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO A TEMPO PIENO ED INDETERMINATO DI “ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO-CONTABILE” CATEGORIA “D” DEL CCNL “FUNZIONI LOCALI” – COMUNE DI SULBIATE (MB)

Descrizione:

MOBILITA’  “ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO-CONTABILE” CATEGORIA “D”

Area geografica:

Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Trentino Alto Adige, Umbria, Valle d’Aosta, Veneto

Valutazione: Per colloquio

Stato:APERTO

Data apertura candidature: 28 Set 2022 12:25

Data chiusura invio candidature: 31 Ott 2022 12:00

Numero di posti: 1

Ente di riferimento: Comune di Sulbiate

Link al sito della PA:

https://www.comune.sulbiate.mb.it/c108042/zf/index.php/bandi-di-concorso

Bando/Avviso e Allegati:

SULBIATE_modello_domanda.DOC

SULBIATE_avviso.pdf

Avviso mobilità volontaria ex art. 30, comma 1, del D.lgs. n. 165/2001 per la copertura a tempo  pieno e indeterminato di n. 1 posto di Categoria “D1” CCNL FUNZIONI LOCALI  con profilo di Istruttore Direttivo Affari Generali”

Area geografica:

Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Trentino Alto Adige, Umbria, Valle d’Aosta, Veneto

Valutazione: Per titoli e colloquio

Stato:APERTO

Data apertura candidature:

29 Set 2022 9:00

Data chiusura invio candidature:

31 Ott 2022 12:00

Numero di posti:

1

Ente di riferimento: Comune di Ravello

Link al sito della PA:

AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI RISORSE SPECIALISTICHE FINALIZZATO ALLA COSTITUZIONE DI UN GRUPPO DI ESPERTI DI SUPPORTO ALLA REDAZIONE DEL “MASTERPLAN DI REGGIO CALABRIA” . CUP: H32F17000230001

concorsi pubblici e punteggio finale

Art. 1 -Ambito delle attività
Il Masterplan strategico della Città di Reggio Calabria vuole essere uno strumento programmatico che si propone, a compimento di un processo integrato che veda la partecipazione di tutti gli attori locali, di verificare i principi e gli obiettivi, di medio-lungo periodo, che la Città di Reggio Calabria si è data con i documenti strategici, di pianificazione e programmazione delle politiche urbane vigenti, per confermarli e/o ridefinirli in coerenza con il mutato quadro strategico e programmatico sovraordinato e per definire le azioni e i progetti necessari, e le correlate priorità di intervento, che possano realizzare nell’insieme una vision condivisa del futuro della Città di Reggio Calabria, in prospettiva 2030.

Al Masterplan è affidato quindi il compito di definire un quadro di riferimento, strategico e progettuale, per le “politiche urbane” sul
territorio comunale, secondo gli orientamenti e le indicazioni della Strategia di Sviluppo Urbano Sostenibile di Reggio Calabria e del programma Patto per la Città Metropolitana di Reggio Calabria. A loro volta, tali indicazioni andranno inquadrate rispetto ai più recenti strumenti regionali, nazionali ed internazionali in materia di sviluppo sostenibile e nell’ambito di attuazione dell’Agenda Urbana Nazionale.

In tale contesto l’Ente ha necessità di reperire idonee figure professionali che, coordinandosi e supportando i competenti settori del Comune di Reggio Calabria, si occupino di:

• svolgere attività di ricerca, studio ed analisi su ambiti e temi di interesse della pianificazione strategica, provvedendo al reperimento di dati e collaborando alla loro rielaborazione e diffusione utilizzando idonee strumentazioni e tecnologie informatiche;

• collaborare in raccordo con tutte le Aree funzionali ed i settori dell’Ente, alla stesura dei documenti costituenti il Masterplan della Città di Reggio Calabria, redigendo i successivi necessari per la sua approvazione;
• collaborare e supportare l’ideazione di interventi, programmi e progetti derivanti dalla pianificazione strategica, e dalle attività di partecipazione tramite incontri operativi, Laboratori tematici e Laboratori di Progetto, in rapporto alle funzioni dell’Ente;
• curare i rapporti con altri soggetti pubblici e privati, facilitando i legami e le relazioni per favorire il confronto sulle politiche intersettoriali.
Il programma di attività relative alla redazione del Masterplan prevede l’attivazione di laboratori che promuovano la partecipazione di tutti i soggetti interessati alla definizione degli strumenti strategici e delle politiche di sviluppo e governo del territorio, favorendo una reale attività di partecipazione e condivisione anche per le successive attività progettuali, nel rispetto del principio della sostenibilità. Essi saranno articolati in laboratori settoriali o tematici ed in laboratori di progetto e/o di
quartiere.

I Tavoli Tematici o Laboratori Tematici, saranno definiti in relazione ai seguenti temi prioritari da affrontare:

  1. Governance e sviluppo locale;
  2. Accessibilità, Mobilità sostenibile e relative infrastrutture;
  3. Patrimonio Culturale e Turismo
  4. Gestione sostenibile delle risorse e Tutela Ambientale;
  5. Qualità dell’ambiente urbano e del paesaggio;
  6. Innovazione sociale e processi partecipativi;
  7. Innovazione, Sviluppo Economico e produttivo;
    I laboratori di progetto o di quartiere saranno definiti ad esito degli incontri operativi per la redazione del
    documento strategico di avvio.


    Art. 2 -Oggetto degli incarichi
  8. Le procedure di selezione, le modalità di affidamento e le condizioni per gli incarichi sono regolate dal D.Lgs. n.165/2001 e ss.mm.ii., dalle previsioni dei vigenti regolamenti comunali, nonché dalle specifiche disposizioni di cui al presente Avviso. La presente procedura di selezione è volta a reclutare, a mezzo di valutazione comparativa, risorse specialistiche di particolare e comprovata specializzazione universitaria, alle quali conferire incarico professionale di natura autonoma per prestazioni d’opera intellettuale di natura temporanea e altamente qualificata;
  9. L’Avviso, corredato degli Allegati n. 1 “Descrizione della professionalità ” , n. 2 “Domanda di partecipazione”, e n. 3 “modello Curriculum Vitae formato europeo” che ne costituiscono parte integrante e sostanziale, ha ad oggetto la selezione, a mezzo di valutazione comparativa, di n. 18 esperti, per il conferimento di incarichi professionali di lavoro autonomo, finalizzati a supportare l’Ufficio di Piano, presso il Settore Urbanistica, nelle attività di redazione del “Masterplan della Città di Reggio Calabria”, in stretta collaborazione con il servizio competente, secondo le direttive del RUP e del Dirigente del Settore stesso.

    Gli incarichi sono riferiti a diversi profili professionali che riguardano rispettivamente :
    Tabella A) -Quadro riassuntivo degli esperti richiesti (cfr. Allegato n. 1):
    Codice Profilo professionale
    A n. 1 esperto coordinatore di Piani/programmi e progetti urbani
    B n. 1 esperto di Governance e rigenerazione urbana
    C n. 1 esperto di Piani/programmi di area vasta e/o comunale
    D n. 1 esperto di Piani/programmi strategici di sviluppo locale
    E n. 3 esperti di Piani e progetti urbani
    F n. 1 esperto di Accessibilità e Mobilità sostenibile
    G n. 1 esperto di Patrimonio culturale e turismo
    H n. 1 esperto di Progetto di paesaggio e spazi pubblici
    I n. 1 esperto di Gestione sostenibile delle risorse ambientali
    L n. 1 esperto di Gestione normativa, economica e finanziaria
    M n. 1 esperto di Valutazione economica delle trasformazioni urbane e sviluppo economico
    N n. 1 esperto di Innovazione sociale e processi partecipativi
    O n. 1 esperto di Sistemi informativi territoriali
    P n. 3 esperti di Sistemi di rappresentazione e modellazione architettonica
    Le prestazioni richieste dovranno essere svolte con elevato grado di autonomia operativa ed iniziativa, nell’ambito di prescrizioni generali e di linee programmatiche. L’attività potrà comportare il coordinamento di gruppi di lavoro, con responsabilità dei risultati delle attività direttamente svolte, nonché di quelle del gruppo coordinato.


    Art. 3. – Requisiti di partecipazione
    Per partecipare alla procedura selettiva i candidati devono possedere, pena l’esclusione, i requisiti generali previsti, nonché i requisiti professionali richiesti per i diversi profili messi a bando così come indicati nella domanda di partecipazione (Allegato n. 2) nonché le “competenze richieste” riportate nel “Descrizione della
    professionalità ” (Allegato n. 1).
    I requisiti generali comuni a tutti i profili sono:
    – cittadinanza italiana o di altro Stato membro dell’Unione Europea;
    – godimento dei diritti civili e politici;
    – assenza di condizioni d’incompatibilità previste dalla normativa vigente per l’espletamento
    dell’incarico;

Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura a tempo indeterminato e pieno (36 ore settimanali) di n.2 unità di personale con il profilo professionale di Istruttore di Polizia municipale — categoria C del vigente CCNL del Comparto Funzioni Locali con riserva di n.1 posto ai sensi degli artt. 1014, comma 1 lett. a) e 678 comma 9 del D.Lgs. 66/2010 a favore dei volontari in ferma breve e ferma prefissata delle Forze armate congedati senza demerito ovvero durante il periodo di rafferma nonché’ dei volontari in ervizio permanente e degli ufficiali di complemento in ferma biennale e degli ufficiali in ferma prefissata che hanno completato senza demerito la ferma contratta.

concorsi pubblici e punteggio finale

ART.1 TRATTAMENTO ECONOMICO

Al rapporto di lavoro subordinato, conseguente all’assunzione a tempo indeterminato e pieno, viene attribuito il trattamento economico fondamentale ed accessorio conforme a quanto previsto per la categoria C dal vigente C.C.N.L. del compatto Funzioni Locali.

ART.2 REQUISITI PER L’AMMISSIONE AL CONCORSO

Sono ammessi a partecipare al concorso i candidati che siano in possesso dei seguenti requisiti:

  1. Cittadinanza italiana secondo quanto disposto dall’art. 2 del D.P.C.M. 174/1994.

Ai sensi dell’art.38, comma 1 del D.lgs. 165/01 gli stranieri non possono accedere alle procedure selettive relative ai profili che implicano un esercizio diretto o indiretto di pubblici poteri o che attengano alla tutela dell’interesse nazionale;

  1. età non inferiore agli anni 18 e non superiore all’età prevista dalle vigenti norme in materia di collocamento a riposo;
  2. non aver riportato condanne penali e non essere stati interdetti o sottoposti a misure che escludano, secondo le leggi vigenti, dall’accesso agli impieghi presso una Pubblica Amministrazione, né avere procedimenti penali in corso;
  3. non essere stato destituito o dispensato dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione, né essere stato dichiarato decaduto da altro impiego pubblico per averlo conseguito con documenti falsi o viziati da invalidità insanabile;
  4. godimento dei dritti civili e politici;
  5. posizione regolare in relazione agli obblighi militari, solo per i concorrenti di sesso maschile nati entro il 31/12/1985, ai sensi dell’art.1 1. 23/08/2004 n. 226;
  6. di non trovarsi in alcuna delle situazioni di incandidabilità o e/o inconferibilità di cui al D.lgs. 39/2013;
  7. non trovarsi nella condizione di disabile di cui all’art.1 della legge rì. 68/99 (art.3, comma 4 legge 68/99);
  8. non aver prestato servizio civile ai sensi della legge 8 luglio 1998 n.230 essendo vietato, a coloro che sono stati ammessi a prestare servizio civile, di partecipare ai concorsi per impieghi che coinpoi4ino l’uso delle anni ai sensi dell’art. 15, comma 7, della stessa legge n. 230/98;
  9. non aver subito condanna a pena detentiva per delitto non colposo o non essere stato sottoposto a misura di prevenzione;
  10. non essere stato espulso dalle Forze armate o dai Corpi militarmente organizzati o destituito dai pubblici uffici;
  11. possesso del seguente titolo di studio: diploma di scuola superiore di secondo grado che consenta 1’iscrizione ai corsi per il conseguimento del diploma universitario;

I titoli di studio conseguiti all’estero devono aver ottenuto la necessaria equipollenza a quelli italiani, ai sensi dell’art.38, comma 3 del D.Lgs. 165/01;

  1. possesso di patente di guida categoria B ed A (quest’ultima deve essere senza limiti di cilindrata o potenza), oppure solo la B se la stessa è stata rilasciata in epoca antecedente al 01/03/1988
  1. Essere in possesso dei requisiti necessari per il conferimento della qualità di Agente di pubblica sicurezza, ai sensi dell’art. 5 della Legge 7 marzo 1986, n. 65 ovvero:
  2. Non trovarsi in alcuna condizione di incompatibilità con l’uso delle armi;
  3. Idoneità fisica all’espletamento delle mansioni specifiche relative al posto da ricoprire. (L’Amministrazione sottoporrà a visita medica colui che accederà all’impiego);
  4. Adeguata conoscenza delle applicazioni informatiche più diffuse nonché la conoscenza della lingua inglese.

Tutti i requisiti indicati devono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione della domanda di ammissione (art 2 c. VII, DPR487/1994).

ART. 3 – DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL CONCORSO

Le domande di partecipazione dovranno essere REDATTE ESCLUSIVAMENTE INFORMA TELEMATICA,a cui si accede attraverso il seguente link: https://stornarella.concorsismart.it

Per la compilazione della domanda di partecipazione on-line, il candidato deve leggere attentamente e seguire le indicazioni contenute nel “MANUALE D’USO” per gli utenti, scaricabile dalla Piattaforma e seguire le indicazioni sotto riportate:

-Il candidato dovrà cliccare sul link sopra indicato e accedere alla piattaforma Concorsi Smart tramite il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID);

-Dopo aver completato la procedura di autenticazione e aver acconsentito al trattamento dei dati personali, sarà possibile accedere alle Sezione “Concorsi” e presentare domanda per la procedura di interesse.

Al termine della compilazione dl tutte le Sezioni, il candidato potrà procedere all’invio della DOMANDA DI PARTECIPAZIONE.

La domanda potrà essere trasmessa solo dopo aver completato tutte le Sezioni e confermato l’invio. In caso contrario il sistema genererà automaticamente un messaggio di richiesta di compilazione dei campi mancanti e di errore.

Nella Sezione “Conferma e Invio” saranno visualizzati i seguenti campi:

  • Annulla domanda: permette di ellminare tutte le Sezioni della doiiianda compilata;
  • Anteprima domanda: permette di visualizzare l’anteprima della domanda compilata e scaricarla;
  • Invia domanda: consente di inviare definitivamente la propria candidatura.

Il sistema informatico inoltrerà al candidato una mail di conferma dell’avvenuto invio della domanda. Qualora non si ricevesse la mail, è possibile scaricare e stampare il riepilogo della domanda nella Sezione “Riepilogo Candidatura”.

Per la modifica e variazione di eventuali informazioni erroneamente inserite o mancanti, il candidato può effettuare richiesta di riapertura della domanda contattando 1’assistenza attraverso la chat dedicata sulla Piattaforma, entro le ore 17 del giorno di scadenza del Concorso Pubblico. Una volta effettuate le modifiche, il candidato dovrà inviare nuovamente la domanda di partecipazione, cliccando il tasto Invia domanda, presente nella Sezione “Conferma e Invio”.

Il termine di presentazione delle domande è perentorio e, pertanto, non è ammessa la presentazione di documenti oltre la scadenza del termine utile per l’invio delle domande o con modalità diverse da quelle indicate.

Si consiglia di non inoltrare la domanda in prossimità delle ultime ore dell’ultimo giorno utile per la presentazione, per evitare sovraccarichi del sistema, dei quali il Comune di Stornarella non assume responsabilità alcuna.

Per supporto ed assistenza relativi alla presente procedura, i candidati possono contattare il Team di Assistenza Concorsi Smart attraverso la chat presente in piattaforma, cliccando sul tasto “Contattaci” in basso a destra della pagina. La chat automatica, con operatore virtuale, è attiva 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e fornisce risposte preiiiipostate alle domande più frequenti. Sarà possibile interrogare il sistema pei ottenere indirizzi di posta elettronica specifici a cui rivolgersi. Per informazioni non reperibili autonomamente o tramite Chat bot, è possibile parlare direttamente con gli operatori digitando la parola “Operatore”. Gli addetti all’assistenza sono dispoiubili dal lunedì al venerdì, dalle ore 9:00 alle 13:00 e dalle ore 14:00 alle 18:00 (esclusi i festivi).

La domanda dovrà pervenire al sistema, a pena di esclusione, entro e non oltre le ore 18:00 del 30º giorno successivo a quello della data di pubblicazione dell’estratto del presente bando sulla Gazzetta Ufficiale della RepubblicaItaliana4′ serie speciale «Concorsi ed esami».

Qualora detto giorno sia festivo, il termine viene prorogato alle ore 18:00 del primo giorno successivo non festivo.

Nella compilazione della domanda on-line si dichiara sotto la propria responsabilità, consapevolmente a quanto previsto dalle sanzioni penali previste dall’art. 76 del DPR 445/2000 per l’ipotesi di falsità in atti e di dichiarazioni mendaci:

-dati anagrafici (cognome e noise, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, Cap e eventuale domicilio clie, se diverso dalla residenza);

-un indirizzo di posta elettroifica ordinario (e-mail) nella disponibilità del candidato e un eventuale indirizzo di posta elettronica certificata personale (P.E.C.);

-il possesso della cittadinanza italiana

-il comune di iscrizione nelle liste elettorali ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;

-le condaiuie penali riportate ovvero l’assenza di condanne penali;

-di non essere mai stato destituito o dispensato dall’impiego presso una pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento, e di non essere mai stato dichiarato decaduto da altro impiego presso una pubblica Amministrazione per aver conseguito l’impiego mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile, ai sensi dell’art. 127, comma 1, lettera d) del T.U. approvato con D.P.R. 10 gennaio 1957, n. 3 e successive modificazioni ed integrazioni;

-di essere in posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva e di quelli relativi al servizio militare volontario (per i candidati cittadini italiani di sesso maschile nati entro il 31.12.1985);

  • di possedere i requisiti per l’ammissione previsti dall’articolo 2 del presente bando;

-il titolo di studio richiesto dal presente bando, indicandone la data di conseguimento e l’Istituto scolastico o l’Università che lo lla rilasciato, oltre alla votazione conseguita;

-gli eventuali titoli che danno diritto a fruire della preferenza, a parità di merito, con altri concorrenti;

  • di aver diritto alla riserva prevista dal bando in quanto appartenente alla categoria e congedato senza demerito:
  1. volontario in ferma prefissata di 1 anno;
  2. volontario in ferma prefissata di 4 anni;
  3. volontario in ferma breve di 3 aiuti;
  4. Ufficiali di complemento in ferma biennale;
  5. Ufficiali di complemento in ferma prefissata.

Sarà necessario indicare 1’appartenenza ad una delle suddette categorie nella sezione “Requisiti generici” della domanda online e allegare la relativa documentazione nella sezione “Allegati”.

-di essere in possesso dell’idoneità fisica richiesta per la mansione;

L’Amministrazione si riserva, ai sensi dell’art. 71 del DPR n. 445/2000, la facoltà di procedere ad idonei controlli sulla veridicità di tutte le dichiarazioni sostitutive rese dal candidato; qualora in esito a detti controlli venga accennata la non veridicità del contenuto delle dichiarazioni, il dichiarante decade dagli eventuali benefici conseguenti ai provvedimenti adottati sulla base delle dichiarazioni non veritiere, ferme restando le sanzioni penali previste dall’art. 76 del DPR 445/2000

S.1s.i. .

La domanda sarà considerata presentata nel momento in cui il candldato concluderà correttamente la procedura on-line di iscrizione al concorso e riceverà dal sistema il messaggio di avvenuto inoltro della domanda.

È esclusa ogni altra forma di presentazione e trasmissione. Pertanto, eventuali domande pervenute con altre modalità non verranno prese in considerazione.

Non saranno prese in considerazione le domande che, per qualsiasi causa, non esclusa la forza maggiore o il fatto di terzi, non siano pervenute a11’Ente secondo le modalità e nel termine sopraindicati.

Al fine di ottenere prova dell’avvenuta ricezione della domanda, il sistema rilascerà una ricevuta che il candidato dovrà accertarsi di ricevere e conservare in caso di necessità.

ART. 4 DOCUMENTI DA ALLEGARE ALLA DOMANDA DI AMMISSIONE

Il candidato. attraverso la procedura telematica, dovrà auto dichiarare, tramite file in formato PDF o IPG, la copia digitale dei seguenti documenti:

l’eventuale documentazione comprovante i requisiti generali che consentono ai cittadini non italiani e non comunitari di partecipare al presente concorso;

eventuali pubblicazioni, di cui il candidato è autore/coautore, attinenti al profilo professionale a concorso ed edite a stampa, avendo cura di evidenziare il proprio nome (qualora il candidato fosse autore di libro, non sarà necessario allegare l’intera opera ina esclusivamente il frontespizio;

provvedimento di equipollenza/equiparazione dei titoli di studio conseguiti all’estero, se si è dichiarato nella Sezione “Titoli di studio e abilitazioni professionali”;

l’eventuale documentazione comprovante i requisiti previsti ai sensì dell’art. 1014 e dell’art. 678, comma 9 D. Lgs. 66/2010 e s.ni.ì. relativo alla riserva dei posti in favore dei volontari delle forze armate congedati senza demerito dalle ferme contratte;

copia della patente di guida in corso di validità;

ricevuta di versamento della tassa concorso di f 10,00 non rimborsabile da versare sul CCpp n 11608718 intestato al Comune di Stornarella — Servizio di tesoreria con causale “Tassa concocorsi Ispettore Polizia Municipale cat.C”.

Ciascun documento allegato dovrà essere costituito da un unico file in formato jpg o pdf e non superare i 20 MB.

Si precisa che, per espressa disposizione normativa, i certificati medici e sanitari non possono essere sostituiti da autocertificazione.

ART.5 – AMMISSIONEALCONCORSO

Le domande pervenute sono esamlnate, al flni dell’ammissione al concorso, dal competente Ufficio Personale coadiuvato da personale che si occupa della materia relativa al trattamento giuridico del personale.

Con atto del Responsabile dell’Ufficio Personale è stabilita l’ammissione al concorso o l’eventuale esclusione.

L’esclusione è disposta, con Determinazione de1l’Ufficio del Personale, qualora:

  1. la domanda venga spedita con modalità diverse da quelle indicate dall’articolo 3;
  2. la domanda venga inoltrata con credenziali non appartenenti al soggetto che presenta la domanda di partecipazione al concorso;
  3. manchi la ricevuta del versamento della tassa di concorso salvo il caso in cui la irregolarità sia sanata con la produzione di ricevuta del versamento effettuato entro il termine assegnato;
  4. le domande che, facendo riferimento ad un titolo di studio conseguito all’estero, non contengano gli estremi del provvedimento di equipollenza al titolo di studlo ltalialiO.

La regolarizzazione di dichiarazioni incomplete ina sanabili deve avvenire entro 7 giorni dalla richiesta di regolarizzazione da pane del1’Ufficio del personale

La mancata regolarizzazione entro il termine predetto determina l’esclusione dal concorso.

La DeteNninazione Dirigenziale avente ad oggetto l’ammissione e l’esclusione dei candidati sarà pubblicata a11’A1bo Pretoi’io e sul sito del Comune di Stornarella sotto la voce “Amministrazione trasparente — bandi di concorso”. Tale foi’nia di pubblicità costituisce notifica ad ogni effetto di legge.

Art. 6 – TITOLI PROFESSIONALI

Valutazione dei titoli di merito:

La valutazione dei titoli è limitata ai soli candidati clie abbiano superato la prova scritta. Sarà effettuata sulla base delle dichiarazioni rese dai candidati nella domanda di partecipazione e sarà resa nota prima della prova orale. La valutazione verrà effettuata come da regolamento del1’Ente secondo quanto stabilito dagli art. o3, 34, 35, e 37.

La Commissione esaminatrice è nominata, con apposito e successivo provvedimento, ai sensi dell’art 15 del Regolamento per il reclutamento del Personale.

Il punteggio per la valutazione dei titoli, è ripartito nei seguenti limiti massimi, anche in base alla categoria e al profilo professionale richiesti nel bando di concorso:

titoli di studio: fino a punti 4 titoli di servizio: fino a ptinti 4 titoli vari: fino a punti 2

La Commissione, inoltre, come da art 36 del Regolamento recante la modalità di assunzioni all’impiego de11’Ente attribuirà ulteriore punteggio riservato al curriculum professionale fino ad un massimo di punti 4.

Sono consideiati idonei i candidati che ottengono il punteggio di almeno 21/30 in ciascuna prova;

La valutazione dei titoli professionali è demandata alla commissione giudlcatrice, sulla base delle indicazioni del presente Bando e delle ulteriori decisioni assunte nell’ambito della propria discrezionalità, in particolare con riferiiiiento al1’attinenza con le conoscenze necessarie al profilo professionale in oggetto.

Art.6— PROVA DIPRESELEZIONE

L’Arnininistrazione comunale si riserva la facoltà di sottoporre i candidati a una prova preselettiva, qualora le domande presentate dai candidati superino il numero di 200.

La preselezione consisterà in un test a risposta multipla sulle materie oggetto di esame.

Data. ora e luogo della prova saranno coniunlcati ai candidati anunessi mediante apposito avviso pubblicato sul sito del Comune (Home Page), all’indirizzo: www.comune.stornarella.fg.it (Avvisi Comunali), con un preavviso di almeno 15 gioriu. Tale Bando ha valore di notifica agli interessati a tutti gli effetti.

Alla successiva prova d’esame saranno ammessi i candidati che avraimo riportato nella prova preselettiva un punteggio minimo pari a 21/30.

La graduatoria formata sulla base del risultati dell’eventuale prova preselettiva sarà valida ai soli fini dell’ammissione alle piove successive.

La graduatoria della prova preselettiva sarà pubblicata all’albo pretorio del Comune di Stomarella e sul sitO iliternet del Comune: www.comune.stornarel1a.fg.it con apposito avviso pubblicato sul sito del Comune (Home Page) (Avvisi Comunali), con un preavviso di almeno 15 giorni per la convocazione della prova sciitta.

Tali pubblicazioni avranno valore di notifica agli interessati a tutti gli effetti.

Art. 7 – PROVA D’ESAME: PROGRAMMA

In conformità a quanto previsto dall’art.10 del decreto-legge 44/21 convertito in legge 76/21 e s.in.i. il Comune di Stornarella si avvale delle forme semplificate di svolgimento di concorsi pertanto è prevista:

  • una sola prova scritta;
  • un colloquio per verificare il possesso dei requisiti psico- attitudinali;
  • Il possesso dei requisiti sarà accertato, mediante colloquio, da un esperto in psicologia del lavoro o alti e discipline analoghe in grado di valutare l’attitudine, 1’orientamento al risultato e la

motivazione professionale del candidato.

  • una prova orale;

La Conunissione attribuirà il punteggio relativo alle prove nel seguente modo: punteggio massimo prova scritta punti: 30

punteggio massimo prova orale punti: 30

Il punteggio finale sarà dato dalla somma del punteggio conseguito nella prova scritta e nella prova orale e si esprimerà pertanto in sessantesinii.

Sono considerati idonei i candidati che ottengono il punteggio di almeno 21/30 in entrambe le prove.

I candldati dovraiuio presentarsi alle prove, muniti di carta d’identità o altro documento legale di riconoscimento, in corso di validità. La mancata presentazione nei giorni, nel luogo ed entro gli orari stabiliti equivarrà alla rinuncia al concorso.

  • La provascrittaconsiste in domande a risposta multipla sulle seguenti materie: Codice della strada e Regolamento di esecuzione;

Nozioni di diritto penale, procedura penale e di pubblica sicurezza; Normativa in materia di commercio, edilizi e ambiente;

Legge quadro sul1’Ordinamento della Polizia Locale n.65/86 e Legge Regionale Puglia;

T.U. delle leggi sull’Ordinainento degli Enti Locali 267/00;

Elementi di diritto costituzionale, amministrativo e del diritto di accesso agli atti; Accertamenti e tiattanienti sanitari obbligatori;

Diritti e doveri dei pubblici dipendenti e codice di comportamento; Infortunistica stradale e tecniche di rilevazione degli incidenti; lingua inglese;

applicazioni informatiche più diffuse; modifica al sistema penale: Legge 689/91.

La prova scritta è volta ad accertare il possesso delle specifiche competenze e conoscenze della professionalità oggetto del concorso, in relazione alle materie previste dal bando, mediante la somministrazione di domande con risposta a scelta multipla. La prova si svolgerà mediante l’utilizzo dl strumenti digitali.

Gli esiti della correzione della prova scritta, con i relativi punteggi, nel rispetto della normativa sulla privacy, saranno pubblicati sul sito web istituzionale del1’Ente.

  • Prova orale: consiste in un colloquio sulle materie oggetto della prova scritta, nell’accertamento della conoscenza della lingua inglese, al sensi dell’art.37 del D.Lgs. 165/01così come modificato dall’art.7, comma 1 del D.Lgs. 75/2017 attraverso la lettura e la traduzione di testi, nell’accertamento mediante prova pratica della conoscenza dell’uso delle apparecchiature delle applicazioni informatiche piu diffuse.

Le verifiche della conoscenza linguistica e in materia informatica non determinano punteggio ma saranno oggetto unicamente di giudizio.

Tutte le convocazioni e le comunicazioni inerenti il concorso, comprese eventuali modifiche al diario d’esame, saranno rese pubbliche esclusivamente tramite pubblicazione sito internet istituzionale del Comune di Stornarella almeno 20 giorni prima del loro svolgimento.

Ilcalendariodelle prove ha valore di notifica per gli interessati, a tuttigli effettidilegge.

ART. 8 CALENDARIO DELLE PROVE D’ESAME

Si invitano i concorrenti a consultare frequentemente i canali di comunicazione indicati e, comunque, sempre il giorno precedente la data delle prove d’esame, al fine di avere costante informazione delle date delle prove d’esame e di ogni altra informazione relative alla presente procedura concorsuale.

Le prove si svolgeranno in presenza, con applicazione delle disposizioni e dei protocolli anti covid pro tempore vigenti.

I candidati dovranno sempre essere muniti di documento di identità in corso di validità, a pena di inammissibilità. La mancata presentazione, ancorché ascrivibile a caso fortuito o a cause dì forza maggioi’e (ivi comprese cause di impedimento riconducibili al Covid 19), nel luogo, giorno e ora stabiliti pei’ le prove, ovvero il mancato rispetto delle prescrizioni impartite da eventuali protocolli contro la diffusione del COVID 19, comporta l’esclusione dalla procedura.

Art. 9 – INFORMAZIONI GENERALI

Trattamento economico:

La retribuzione per la categoria “C” posizione economica “C”1 di inquadramento è stabilita dal

C.C.N.L. Funzioni locali 31-05-2018, ed è composta dalle seguenti voci retributive:

  • retribuzione tabellare annuale (dodici mensilità)
  • tredicesima mensilità in misura di un dodicesimo per ogni mese di servizio prestato;
  • indennità di comparto annuale (dodici mensilità)

Alla retribuzione sopra indicata possono aggiungersi, se spettanti:

  • le quote per 1’assegno al nucleo familiare;
  • le voci stipendiali variabili del salario accessorio se e in quanto dovute, quali: premi di produttività, indennità di reperibilità, indeniutà condizioni di lavoro, indennità di turno, indeiuiità di responsabilità Cd eventuale trattamento per lavoro straordinario secondo quanto previsto dal CCNL e dal CCDI.

La retribuzione è corrisposta al loido delle ritenute fiscali e oneri di legge. ART.9 — GRADUATORIA E NOMINA

In esito alle prove d’esame è formulata la graduatoria dei concorrenti risultati idonei a tutte le prove.

La graduatoria è formulata sulla base del JauntegglO Conseguito nelle prove d’esame e nei titoli professionali, con l’applicazione dei titoli di preferenza previsti dall’art. 5, comma 4 e 5, del Dpr 487/94e tenendo conto della riserva prevista ai sensi dell’art. 1014, commi 3 e 4 e dell’art. 678, comma 9.

I vincitori saraiuio nominati con apposito atto, cui seguirà la stipula del contratto individuale di lavoro per il posto ricoperto.

La graduatoria è pubblicata sul sito Internet del Comune di Stornarella Amministrazione trasparente Bandi di concorso ed all’albo pretorio.

La graduatoria ha validità triennale, salvo proroghe disposte dal Legislatore e potrà essere utilizzata nel rispetto delle disposizioni di Legge riguardanti le assunzioni di personale vigenti al momento del suo utilizzo.

Dalla data di pubblicazione a1l’Albo decorre il telmine per l’eventuale impugnativa entro 60 giorni dinanzi al T.A.R competente ovvero entro 120 giorni mediante ricorso straordinario al Capo dello Stato;

Al personale assunto a qualsiasi titolo presso il Comune di Stornarella non potrà essere concessa la mobilità esterna se non siano trascorsi almeno 5 anni dalla data di assunzione (art 14 bis Legge ri 26/2019).

La graduatoria potrà essere utilizzata, anche, nei termini di validità, anche per:

-la copertura dei posti a seguito di rinuncia o cessazione dei vincitori;

-la copertura di ulteriori posti, della stessa categoria e piofilo professionale, che si dovessero rendere vacanti nel periodo temporale di rifeiimento dello stesso piano occupazionale; le assunzioni con rapporto di lavoro a tempo determinato, della stessa categoria e profilo professionale.

L’esito del concorso sarà comunicato tramite pubblicazione sul sito istituzionale — Home Page a tutti i candidati che avranno sostenuto le prove d’esame del concorso.

ART.10 -TRATTAMENTO DATI PERSONALI:

Il titolare del trattamento dei datl e il Comune di Stornarella, con sede in STORNARELLA — Corso Garibaldi 71048.

Rappresentante Legale: SINDACO Massiiiio Colia

Stornaiella Email: stornare11a.ray libero.itPec :comunedistornarel1aValeupCC.it

Dati di contatto RPD: Responsabile del trattamento e protezione dei dati: avv. Brunetti Adamo Finalità.

Ai sensi del D.lgs. 196/2003 (Codice in materia di Protezione dei dati personali), come modificato e integrato dal DLgs. 101/2018, e del Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27/04/2016, i dati foniiti dai candidati saranno raccolti per le finalità di gestione della

presente selezione e saranno tiattati in conformità delle predette disposizioni normative anche successivamente all’eventuale instaurazione del rapporto di lavoro.

I dati dell’interessato sono raccolti per la finalità determinata, esplicita e legittima relativa alla gestione del processo/procedimento/attività di Politiche del lavoro – Gestione delle attività relative all’incontro domanda/offerta di lavoro, comprese quelle relative alla formazione professionale. Successivamente alla raccolta, i dati sono trattati in modo che non sia incompatibile con la predetta finalità. Un ulteriore trattamento, a fini di archiviazione nel pubblico interesse, di ricerca scientifica o storica o a fini statistici non è, conformemente all’articolo 89, paragrafo 1 GDRP, considerato incompatibile con le finalità iniziali.

I dati acquisiti vengono trattati esclusivamente per la finalità di gestione del processo/procedimento amministrativo per il quale vengono raccolti, incluse le fasi di controllo e monitoraggio, e possono essere trattati anche per la gestione dei processi/procedimenti connessi e trasversali, e relativi al controllo di qualità del servizio e alla misurazione e valutazione della performance. I dati possono essere trattati, altresì, per adempiere ad eventuali obblighi previsti dalla legislazione europea, dalla legislazione italiana, statale e regionale e dalla vigente normativa regolamentare. Si precisa che, qualora il titolare del trattamento intenda trattare ulteriormente i dati personali per una finalità diversa da quella per cui essi sono stati raccolti, prima di tale ulteriore trattamento fornisce all’interessato informazioni in merito a tale diversa finalità e ogni ulteriore informazione pertinente. Si precisa, altresì, che i trattamenti di dati personali che rientrano nelle materie elencate nella Tabella consultabile in calce (art. 2-sexies, c. 2, D.lgs. 196/2003), si considerano di rilevante interesse pubblico.

Base giuridica: i trattamenti sono necessari per l’esecuzione di un compito di interesse pubblico o connesso all’esercizio di pubblici poteri di cui è investito il titolare del trattamento.

Legittimi interessi: non si applica al trattamento di dati effettuato dalle autorità pubbliche, nell’esecuzione dei loro compiti, la condizione di liceità del legittimo interesse.

Al di fuori di queste ipotesi i dati non saranno comunicati a terzi né diffusi, fatti salvi i casi in cui si renda necessario comunicarli ad altri soggetti coinvolti nell’attività istruttoria e nei casi specificamente previsti specificamente previsti dal diritto nazionale o de11’Unione europea.

  • Trasferimento: i dati personali, oggetto di trattamento, non vengono trasferiti a un paese terzo o a un’organizzazione internazionale.
  • Conservazione: i dati sono conservati in una fonda che consente l’identificazione dell’interessato per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati, nel rispetto del principio di “limitazione della conservazione”

(art.5, par.1, lett e) del Regolamento) e in conformità alle norme sulla conservazione della documentazione amministrativa.

  • Diritti dell’interessato: l’interessato può esercitare il diritto di chiedere l’accesso ai dati personali; chiedere la rettifica; chiedere la cancellazione (“diritto a11’oblio”); chiedere la limitazione del trattamento; chiedere la portabilità de1 dati; di opporsi al trattamento; di non essere sottoposto a processo decisionale automatizzato, compresa la profilazione.
  • Diritto di revocare il consenso: qualora il trattamento sia basato sul consenso, l’interessato ha diritto di revocare il consenso in qualsiasi momento senza pregiudicare la liceità del trattamento basata sul consenso prestato prima della revoca
  • Diritto di reclamo: se l’interessato ritiene che il trattamento dei dati personali venga effettuato in violazione di quanto previsto dal GDPR, lo stesso ha il diritto di proporre reclamo al Garante, come previsto dall’art. 77 GDPR stesso, o di adire le opportune sedi giudiziarie (art. 79 GDPR)
  • Conferimento: il conferimento è obbligatorio, e l’eventuale rifiuto comporta l’impossibilità di gestire il processo/procedimento/attività nel cui ambito vanno trattati i dati.
  • Processo decisionale automatizzato e profilazione: l’interessato ha il diritto di non essere sottoposto a una decisione basata unicamente sul trattamento automatizzato, compresa la profilazione, che produca effetti giuridici che lo riguardano o che incida in modo analogo significativamente sulla Sua persona, salvi i casi previsti dal GDPR.
  • Ulteriori informazioni: in relazione alle finalità sopra descritte, i dati personali, contenuti in fascicoli, archivi/banche dati elettroniche e cartacee, sono trattati mediante strumenti elettronici, e senza strumenti elettronici, con modalità digitali e analogiche, e sono trasmessi attraverso reti non telematiche e telematiche unicamente dai soggetti designati e autorizzati al trattamento, operanti presso il titolare del trattamento, nonché’ dai responsabili e contitolari del trattamento.

A tutela dei dati, il Titolare adotta tutte le misure di sicurezza, tecniche e organizzative, indicate dal Regolamento, dal D. Lgs. n. 196/200 , dai provvedimenti del Garante, e definite dallo stesso titolare in base al principio di responsabilizzazione (account ability).

ART.11-DIRITTOD’ACCESSO

I candidati liaiuio facoltà di esercitare il diritto di accesso agli atti del procedimento concorsuale ai sensi della L . 7/8/1990 n. 241 e successive modificazioni ed integrazioni.

Il Responsabile del procedimento di approvazione del bando, delle procedure di ammissione alle prove, della nomina della commissione esaminatrice, nonché della approvazione della graduatoria finale di merito è il Responsabile del Settore AA. GG Sig. Luce Giuseppe.

Il Responsabile del procedimento concorsuale (dalla prima seduta della Commissione alla trasmissione degli atti del concorso al servizio Risorse Umane) è il Presidente della Commissione esaminatrice.

ART.12DISPOSIZIONIFINALI

L’Amministrazione si riserva la facoltà, a suo insindacabile giudizio, di sospendere, prorogare o revocare il presente bando di concorso senza che i concorrenti possano vantare alcunché e ad ogni e qualsiasi pretesa in merito al momento della presentazione della domanda.

Per quanto non espressamente previsto nel presente bando si fa riferimento alle disposizioni contenute nel DPR n. 487/94 e successive modifiche ed integrazioni.

La presentazione della domanda di partecipazione al concorso implica l’accettazione incondizionata delle norme stabilite nel bando stesso.

Per informazioni gli interessati potranno rivolgersi all’Ufficio Personale del Comune di Stornarella telefono 0885/4 7/215/221; mail:stornare1la.rag@libero.it

ART.13- PROCEDURA CONCORSUALE

Il presente procedura concorsuale si concluderà entro il termine massimo di 120 giorni, decorrenti dalla data di pubblicazione del seguente bando di concorso.

Il Responsabile del Servizio Personale Luce Giuseppe.

UNIVERSITA’ DI CATANZARO «MAGNA GRÆCIA», 1 RICERCATORE 06/N1 – SCIENZE DELLE PROFESSIONI SANITARIE E DELLE TECNOLOGIE MEDICHE APPLICATE

concorsi pubblici e punteggio finale

Procedura di selezione per la copertura di un posto di ricercatore a tempo determinato, settore concorsuale 06/N1 – Scienze delle professioni sanitarie e delle tecnologie mediche applicate. (GU n.60 del 29-07-2022)

Requisiti: 

Possono partecipare alla procedura selettiva i candidati in possesso dei seguenti requisiti:


• titolo di dottore di ricerca o titolo equivalente, conseguito in Italia o all’estero ovvero diploma di specializzazione medica;


• aver usufruito dei contratti di cui alla lettera a) dell’art. 24, comma 3, della Legge n. 240/2010 ovvero aver conseguito l’abilitazione scientifica nazionale alle funzioni di professore di prima o seconda fascia di cui all’art. 16 della Legge n. 240/2010, ovvero essere in possesso del titolo di specializzazione medica, ovvero aver usufruito, per almeno tre anni anche non consecutivi, di assegni di ricerca ai sensi dell’art. 51, comma 6, della Legge 27.12.1997, n. 449 e ss.mm.ii. o di borse post – dottorato ai sensi dell’art. 4 della Legge 30.11.1989, n. 398, ovvero di analoghi contratti, assegni o borse in atenei stranieri ovvero aver usufruito per almeno tre anni dei contratti stipulati ai sensi dell’art. 1, comma 14, della Legge n. 230/2005.

Dove va spedita la domanda: 

protocollo@cert.unicz.it

Contatta l’ente: 

Responsabile del procedimento: dott.ssa Angela Fiorentino, area risorse umane, tel. +390961 – 3696124 +390961 – 3696042 e-mail uffpers@unicz.it – fiorentino@unicz.it

Prove d’esame: 

Discussione pubblica

https://mobilitanelpubblicoimpiego.it/mobilita-con-interscambio/

2022/2024 Indizione mobilità volontaria esterna ex art. 30 d.lgs. n. 165/2001 per la copertura di n. 1 posto di assistente sociale, cat. d e n. 1 posto di funzionario specialista tecnico, cat. d

È indetta procedura di mobilità volontaria esterna ai sensi dell’art. 30 del D.Lgs. n. 165/2001 e successive modifiche ed integrazioni per la copertura a tempo pieno e indeterminato di n. 2 posti di cui n. 1 posto di Assistente sociale di categoria D1 e n. 1 posto di Funzionario specialista tecnico categoria D1 così distinti:
profilo A N. 1 POSTI DI ASSISTENTE SOCIALE FAMIGLIA PROFESSIONALE SOCIALE CATEGORIA D


Profilo B N. 1 POSTO DI FUNZIONARIO SPECIALISTA TECNICO FAMIGLIA PROFESSIONALE TECNICA CATEGORIA D

  1. È garantita la pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro e il trattamento sul lavoro così come previsto dal D.Lgs. n. 198/2006 s.m.i. e dagli artt. 35 e 57 del D.Lgs. n. 165/2001 s.m.i..

  2. ARTICOLO 1 – PROFILI PROFESSIONALI E REQUISITI DI PARTECIPAZIONE
  3. Alla procedura di mobilità possono partecipare i candidati dell’uno o dell’altro sesso che, alla data di
    scadenza del presente Avviso, siano in possesso dei seguenti requisiti

a) essere in servizio con rapporto di lavoro a tempo pieno e indeterminato presso una pubblica amministrazione tra quelle indicate nell’art. 1, comma 2, del D.Lgs. n. 165/2001 s.m.i.;
b) essere inquadrato nella categoria richiesta del CCNL Funzioni Locali con il profilo professionale corrispondente al posto da ricoprire, ovvero in caso di provenienza da altri comparti del pubblico impiego con inquadramento e profilo professionale corrispondenti al posto da ricoprire ex DPCM 26.06.2015 pubblicato sulla G.U. n.216 del 17.09.2015;
c) aver superato positivamente il periodo di prova come prescritto dal CCNL di appartenenza;
d) essere in possesso dei seguenti requisiti culturali di accesso al profilo professionale da ricoprire:

Qualora il titolo sia stato conseguito all’estero dovranno essere indicati gli estremi del provvedimento attestante l’equipollenza al corrispondente titolo di studio italiano;
e) di non aver riportato condanne penali;
f) di non aver riportato sanzioni disciplinari nel biennio precedente l’indizione della procedura di mobilità e di non avere procedimenti disciplinari in corso con sanzione prevista superiore al rimprovero verbale;
g) assenza di controversie di lavoro pendenti connesse alla categoria posseduta, al profilo professionale di inquadramento o alla mansione ricoperta;
h) maturazione dei requisiti ordinamentali per il pensionamento d’ufficio ai sensi della normativa pensionistica vigente dopo almeno 5 anni dalla data di scadenza dell’Avviso;
i) nulla osta al trasferimento rilasciato dall’amministrazione di appartenenza nel corrente anno (ove richiesto dall’art. 30 del d.lgs. n. 165/2001 s.m.i. nel testo vigente alla data di pubblicazione dell’Avviso di mobilità nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana IV Serie speciale, Concorsi ed esami).

  1. Tutti i requisiti sopra richiesti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande di ammissione alla procedura di mobilità e mantenuti fino al momento del trasferimento presso la Città Metropolitana di Bari.
  2. Per carenza dei requisiti prescritti, l’Amministrazione può disporre, in ogni momento, l’esclusione dalla procedura di mobilità con motivato provvedimento.
    ARTICOLO 2 – DOMANDA DI PARTECIPAZIONE
  3. Per concorrere alla procedura di mobilità gli interessati devono presentare alla Città Metropolitana di Bari apposita domanda redatta in carta libera utilizzando esclusivamente lo schema allegato al presente Avviso.
  4. La domanda di partecipazione alla procedura di mobilità, sottoscritta per esteso e in forma autografa dal candidato, a pena di esclusione, deve essere presentata entro 30 giorni decorrenti dal giorno successivo a quello di pubblicazione dell’estratto dell’Avviso sulla Gazzetta Ufficiale – 4^ Serie Speciale Concorsi
    ed Esami – non oltre il termine perentorio del ………………….…., esclusivamente a mezzo posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo concorsi.cittametropolitana.bari@pec.rupar.puglia.it dalla casella di posta elettronica certificata intestata al candidato, con le modalità previste dall’art. 65 del d.lgs. n. 82/2005 s.m.i., avendo cura di specificare nell’oggetto della pec il cognome e il nome del candidato e il profilo professionale del posto per il quale il candidato intende concorrere con relativa categoria d’inquadramento.
  5. Nel caso in cui il termine ultimo coincida con un giorno festivo o giorno non lavorativo (sabato), lo stesso s’intende prorogato al primo giorno feriale immediatamente successivo.
  6. L’Amministrazione non assume responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatte indicazioni del recapito da parte del concorrente oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato nella domanda né per eventuali disguidi postali o comunque imputabili
    a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.
  7. E’ escluso qualsiasi altro mezzo di presentazione della domanda diverso da quello indicato al comma 2 del presente articolo.
  8. La firma in calce alla domanda non necessita di autenticazione ai sensi del D.P.R. 28.12.2000, n. 445 s.m.i..
  9. Nella domanda di partecipazione alla procedura di mobilità debitamente datata, sottoscritta dal candidato e redatta in carta libera con caratteri chiari e leggibili, gli aspiranti devono dichiarare, sotto la propria responsabilità ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000 s.m.i.:
    a) cognome, nome, data, luogo di nascita, residenza e codice fiscale ed eventuale domicilio;
    b) la pubblica amministrazione presso la quale prestano servizio a tempo pieno e indeterminato;

) di essere inquadrati con il profilo professionale e la categoria richiesta dal presente Avviso del CCNL Funzioni Locali per la copertura del posto per il quale intendono concorrere (nella domanda i candidati – dichiareranno quale) e di svolgere le mansioni proprie del profilo posseduto ovvero, in caso di provenienza da altri comparti del pubblico impiego, di possedere in base al CCNL di appartenenza, inquadramento e profilo professionale corrispondenti al posto da ricoprire ex lege;
d) il positivo superamento del periodo di prova previsto dal CCNL di appartenenza;
e) il possesso del titolo di studio richiesto per la partecipazione alla presente procedura di mobilità con l’esatta denominazione, l’indicazione della data di conseguimento, della votazione ottenuta, della facoltà universitaria presso cui è stato conseguito e la relativa sede;
f) (solo per il profilo di Assistente sociale ) Iscrizione all’albo degli Assistenti sociali;
g) il possesso dei requisiti professionali, ove richiesti, per l’accesso al profilo da coprire;
h) di non aver riportato condanne penali;
i) di non aver riportato sanzioni disciplinari nel biennio precedente l’indizione della procedura di mobilità e di non avere procedimenti disciplinari in corso con sanzione prevista superiore al rimprovero verbale;
j) assenza di controversie di lavoro pendenti connesse alla categoria posseduta, al profilo professionale di inquadramento o alla mansione ricoperta;
k) situazione familiare e sociale (benefici L. n.104/92; ricongiungimento al coniuge; figli minorenni;
ecc… );
l)di maturare i requisiti ordinamentali per il pensionamento d’ufficio ai sensi della normativa pensionistica vigente dopo almeno 5 anni dalla data di scadenza dell’Avviso;
m) di autorizzare la pubblicazione del proprio nominativo sul sito internet della Città Metropolitana di Bari per tutte le comunicazioni inerenti il presente Avviso di mobilità volontaria.

Le istanze di mobilità già pervenute o che dovessero pervenire prima della pubblicazione dell’Avviso non concorreranno alla procedura di mobilità. Pertanto coloro che avessero già presentato domanda di trasferimento anteriormente alla data di pubblicazione dell’Avviso di mobilità dovranno ripresentare la domanda nel predetto termine perentorio.

Continua a leggere il bando: clicca qui

Regione Piemonte, concorso per 50 collaboratori amministrativi

il comando nel pubblico impiego

La Regione Piemonte ha indetto un concorso per “Collaboratori amministrativi” finalizzato alla copertura di 50 posti di lavoro di categoria C, posizione economica C1.

Le assunzioni a tempo indeterminato avvengono per titoli ed esami.

Alcuni posti sono riservati alle Forza Armate.
Oltre ai requisiti generali normalmente richiesti per essere ammesso a un concorso pubblico, il concorso richiede come requisito specifico il seguente titolo di studio: Diploma di scuola secondaria superiore di durata quinquennale.


Qualora i candidati che presentano domanda di partecipazione siano in numero superiore a 200, la Commissione giudicatrice può fare ricorso alla prova preselettiva. 
Gli esami del concorso, consistono in:
– una prova scritta;
– un colloquio.

Il candidato che intende partecipare al concorso deve presentare la domanda unicamente per via telematica autenticandosi, mediante le proprie credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), oppure CIE (Carta di Identità Elettronica) oppure CNS (Carta Nazionale dei Servizi), previa registrazione, all’interno della piattaforma disponibile

Sarà possibile candidarsi entro il 2 Dicembre 2021

Ministero Economia e Finanze, concorso per 20 funzionari amministrativi

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF) ha indetto un concorso per l’assunzione a tempo indeterminato di 20 funzionari amministrativi contabili presso il Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato, negli uffici di Roma (Lazio).
Le risorse vengono inquadrate nella terza area funzionale, fascia retributiva F3, con profilo di funzionario amministrativo contabile.

Oltre ai consueti requisiti richiesti per l’ammissione alle selezioni pubbliche, vengono richiesti i seguenti titoli di studio:
– laurea magistrale (LM), appartenente ad una delle seguenti classi: LM-16 – Finanza LM-18 – Informatica; LM-31 – Ingegneria gestionale; LM-32 – Ingegneria informatica; LM-40 – Matematica; LM-52 – Relazioni internazionali; LM-56 – Scienze dell’economia; LM-62 – Scienze della politica; LM-63 – Scienze delle pubbliche amministrazioni; LM-66 – Sicurezza informatica; LM-77 – Scienze economico-aziendali; LM-82 – Scienze statistiche; LM-83 – Scienze statistiche attuariali e finanziarie; LM-88 – Sociologia e ricerca sociale; LMG-01 – Giurisprudenza; o altra laurea specialistica (LS) o magistrale (LM) equiparata;
– diplomi di laurea (DL), equiparati alle suindicate classi di lauree magistrali (LM).

È necessario, inoltre, possedere uno dei seguenti titoli accademici post-laurea:
 dottorato di ricerca: in materie giuridiche o economiche, in diritto europeo e internazionale, in materia di contabilità e bilancio, o in materia statistica;
 master universitario di secondo livello: in materie giuridiche ed economiche concernenti il diritto europeo e internazionale, in materie inerenti alla contabilità e al bilancio;

Viene richiesta anche la conoscenza della lingua inglese.

La procedura selettiva sarà espletata mediante la valutazione dei titoli e il superamento di una prova d’esame orale che verterà sulle materie indicate nel bando.

Occorre inviare la domanda entro le ore 16:00 del 22 novembre 2021.

Concorso Addetti Ufficio Processo, Ministero Giustizia: Bando 8.171 posti. Ecco il calendario prova scritta

concorsi pubblici e punteggio finale

Pubblicato il calendario della prova d’esame scritta relativa al concorso del Ministero della Giustizia per l’assunzione di addetti Ufficio per il processo, finalizzato alla copertura di 8171 posti di lavoro.

Le risorse saranno impiegate a tempo determinato e pieno nell’area funzionale terza, fascia economica F1. Il titolo di studio richiesto è la laurea. Il concorso rientra nel piano di assunzioni PNRR del Ministero della Giustizia per oltre 16.000 posti di lavoro nel periodo 2021-2024, in attuazione al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Il termine per la candidatura è scaduto il 23 Settembre 2021. Ecco il bando e tutte le le informazioni utili per partecipare alla selezione, oltre al calendario della prova scritta.

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA CONCORSO ADDETTI UFFICIO PER IL PROCESSO

Il Ministero della Giustizia ha pubblicato, infatti, un bando di concorso per reclutare a tempo determinato e pieno 8.171 addetti all’Ufficio per il processo. Le nuove assunzioni saranno distribuite come di seguito specificato:

  • n. 200 posti presso la Corte di Cassazione (codice CASS);

  • n. 140 posti presso il Distretto della Corte di Appello di Ancona (codice AN);

  • n. 306 posti presso il Distretto della Corte di Appello di Bari (codice BA);

  • n. 422 posti presso il Distretto della Corte di Appello di Bologna (codice BO);

  • n. 248 posti presso il Distretto della Corte di Appello di Brescia (codice BS);

  • n. 248 posti presso il Distretto della Corte di Appello di Cagliari (codice CA);

  • n. 106 posti presso il Distretto della Corte di Appello di Caltanissetta (codice CL);

  • n. 51 posti presso il Distretto della Corte di Appello di Campobasso (codice CB);

  • n. 331 posti presso il Distretto della Corte di Appello di Catania (codice CT);

  • n. 304 posti presso il Distretto della Corte di Appello di Catanzaro (codice CZ);

  • n. 446 posti presso il Distretto della Corte di Appello di Firenze (codice FI);

  • n. 251 posti presso il Distretto della Corte di Appello di Genova (codice GE);

  • n. 190 posti presso il Distretto della Corte di Appello dell’Aquila (codice AQ);

  • n. 303 posti presso il Distretto della Corte di Appello di Lecce (codice LE);

  • n. 148 posti presso il Distretto della Corte di Appello di Messina (codice ME);

  • n. 680 posti presso il Distretto della Corte di Appello di Milano (codice MI);

  • n. 956 posti presso il Distretto della Corte di Appello di Napoli (codice NA);

  • n. 410 posti presso il Distretto della Corte di Appello di Palermo (codice PA);

  • n. 107 posti presso il Distretto della Corte di Appello di Perugia (codice PG);

  • n. 125 posti presso il Distretto della Corte di Appello di Potenza (codice PZ);

  • n. 208 posti presso il Distretto della Corte di Appello di Reggio Calabria (codice RC);

  • n. 843 posti presso il Distretto della Corte di Appello di Roma (codice RM);

  • n. 218 posti presso il Distretto della Corte di Appello di Salerno (codice SA);

  • n. 401 posti presso il Distretto della Corte di Appello di Torino (codice TO);

  • n. 141 posti presso Distretto della Corte di Appello di Trieste (codice TS);

  • n. 388 posti presso il Distretto della Corte di Appello di Venezia (codice VE);

Si segnala che il candidati possono presentare domanda per un solo codice di concorso.

RISERVE

Sono riservati prioritariamente a favore dei laureati in economia e commercio o in scienze politiche o titoli equipollenti o equiparati i seguenti posti:

  • n. 10 unità presso la Corte di Cassazione (codice CASS);

  • n. 5 unità presso il Distretto della Corte di Appello di Ancona (codice AN);

  • n. 12 unità presso il Distretto della Corte di Appello di Bari (codice BA)

  • n. 17 unità presso il Distretto della Corte di Appello di Bologna (codice BO);

  • n. 11 unità presso il Distretto della Corte di Appello di Brescia (codice BS);

  • n. 13 unità presso il Distretto della Corte di Appello di Cagliari (codice CA);

  • n. 7 unità presso il Distretto della Corte di Appello di Caltanissetta (codice CL);

  • n. 3 unità presso il Distretto della Corte di Appello di Campobasso (codice CB);

  • n. 15 unità presso il Distretto della Corte di Appello di Catania (codice CT);

  • n. 14 unità presso il Distretto della Corte di Appello di Catanzaro (codice CZ);

  • n. 16 unità presso il Distretto della Corte di Appello di Firenze (codice FI);

  • n. 10 unità presso il Distretto della Corte di Appello di Genova (codice GE);

  • n. 9 unità presso il Distretto della Corte di Appello dell’Aquila (codice AQ);

  • n. 15 unità presso il Distretto della Corte di Appello di Lecce (codice LE);

  • n. 7 unità presso il Distretto della Corte di Appello di Messina (codice ME);

  • n. 24 unità presso il Distretto della Corte di Appello di Milano (codice MI);

  • n. 33 unità presso il Distretto della Corte di Appello di Napoli (codice NA);

  • n. 16 unità presso il Distretto della Corte di Appello di Palermo (codice PA);

  • n. 7 unità presso il Distretto della Corte di Appello di Perugia (codice PG);

  • n. 8 unità presso il Distretto della Corte di Appello di Potenza (codice PZ);

  • n. 10 unità presso il Distretto della Corte di Appello di Reggio Calabria (codice RC);

  • n. 27 unità presso il Distretto della Corte di Appello di Roma (codice RM);

  • n. 10 unità presso il Distretto della Corte di Appello di Salerno (codice SA);

  • n. 12 unità presso il Distretto della Corte di Appello di Torino (codice TO);

  • n. 8 unità presso il Distretto della Corte di Appello di Trieste (codice TS);

  • n. 16 unità presso il Distretto della Corte di Appello di Venezia (codice VE);

Inoltre si aggiunge il 30% dei posti riservati a favore dei volontari delle Forze Armate.

REQUISITI GENERALI
I candidati al concorso addetti Ufficio per il processo Ministero della Giustizia dovranno possedere i requisiti di seguito riassunti:

cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’Unione Europea o di altre categorie indicate nel bando;
età non inferiore a 18 anni;
idoneità fisica;
qualità morali e di condotta;
godimento dei diritti civili e politici;
inclusione nell’elettorato politico attivo;
assenza provvedimenti di destituzione o dispensa presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero non essere stati dichiarati decaduti o licenziati
da un impiego statale;
per i candidati di sesso maschile, posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva secondo la vigente normativa italiana;
assenza di condanne penali, passate in giudicato, per reati che comportano l’interdizione dai pubblici uffici.
REQUISITI SPECIFICI
Inoltre ai candidati al concorso per addetti all’Ufficio per il processo indetto dal Ministero della Giustizia è richiesto il possesso di uno dei seguenti titoli di studio:

laurea (L) in: L-14 Scienze dei servizi giuridici;
diploma di laurea di vecchio ordinamento (DL) in Giurisprudenza;
laurea specialistica (LS) in: 22/S Giurisprudenza; 102/S Teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica;
laurea magistrale (LM) in: LMG/01 Giurisprudenza.
I riservatari dovranno possedere uno dei seguenti titoli di studio:

laurea (L) in: L-18 Scienze dell’economia e della gestione aziendale; L-33 Scienze economiche; L-36 Scienze politiche e delle relazioni internazionali; titoli equiparati ed equipollenti;
diploma di laurea di vecchio ordinamento (DL) in: Economia e commercio; Scienze politiche; titoli equiparati ed equipollenti;
laurea specialistica (LS) in: 64/S Scienze dell’economia; 84/S Scienze economico-aziendali; 57/S Programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali; 60/S Relazioni internazionali; 70/S Scienze della politica; 71/S Scienze delle pubbliche amministrazioni; 88/S Scienze per la cooperazione allo sviluppo; 89/S Sociologia; 99/S Studi europei; titoli equiparati ed equipollenti;
laurea magistrale (LM) in: LM-77 Scienze economico-aziendali; LM-87 Servizio sociale e politiche sociali; LM-52 Relazioni internazionali; LM-56 Scienze dell’economia; LM-62 Scienze della politica; LM-63 Scienze delle pubbliche amministrazioni; LM-81 Scienze per la cooperazione allo sviluppo; LM-88 Sociologia e ricerca sociale; LM-90 Studi europei; titoli equiparati ed equipollenti.
I candidati con un titolo accademico rilasciato da un Paese dell’Unione europea o da un Paese terzo sono ammessi alle prove concorsuali, a condizione che il titolo sia stato dichiarato equivalente ovvero sia stata attivata la procedura di equivalenza.

PROCEDURA DI SELEZIONE
La procedura selettiva del concorso indetto dal Ministero della Giustizia per addetti all’Ufficio per il processo sarà articolata nelle seguenti fasi:

valutazione dei titoli, finalizzata ad ammettere alla successiva prova scritta un numero di
candidati per ciascun distretto pari a venti volte il numero dei posti messi a concorso;
prova scritta, mediante strumentazione informatica e piattaforme digitali, anche presso sedi decentrate.
VALUTAZIONE DEI TITOLI
La valutazione dei titoli è effettuata sulla base dei titoli dichiarati dai candidati ed è distinta per codici di concorso.

Per conoscere i titoli valutabili e il corrispondente punteggio attribuito invitiamo alla lettura del bando, scaricabile a fine articolo.

PROVA SCRITTA
Si tratta di una prova d’esame scritta, unica per tutti i codici di concorso, che consisterà in un test di 40 quesiti a risposta multipla, da risolvere nell’arco di 60 minuti. Le materie su cui verterà la prova sono le seguenti:

diritto pubblico;
ordinamento giudiziario;
lingua inglese.
Si ricorda che la prova scritta potrà svolgersi presso sedi decentrate e sarà svolta esclusivamente mediante strumentazione informatica e piattaforme digitali.

CALENDARIO PROVA SCRITTA
Sul sito FORMEZ PA, quindi, è stato pubblicato il calendario della prova d’esame scritta relativa al concorso per 8.171 unità di personale non dirigenziale dell’Area funzionale terza, Fascia economica F1, con il profilo di Addetto all’Ufficio per il Processo.

La prova si svolgerà in più regioni, dal 24 al 26 novembre 2021 secondo il CALENDARIO DI CONVOCAZIONE (Pdf 46 Kb).

I candidati regolarmente iscritti on line devono presentarsi puntualmente nella sede, nel giorno e all’ora stabiliti secondo il calendario. Segnaliamo che i candidati che non si presenteranno a sostenere la prova nella sede, giorno e ora stabiliti saranno considerati rinunciatari al concorso quali che siano le cause dell’assenza anche indipendenti dalla loro volontà, ancorché dovuta a forza maggiore.

Invitiamo, inoltre, a consultare il sito RIPAM dove sono indicate le istruzioni per il corretto svolgimento della prova e dove sarà comunicato ogni altro aggiornamento sul concorso in oggetto.

COME PREPARARSI E COSA STUDIARE
E’ importante prepararsi per tempo per poter affrontare al meglio la prova concorsuale. Chi partecipa a questo concorso ha sicuramente già una preparazione di base relativa alle materie delle prove d’esame ma è importante fare un ripasso, approfondire tematiche dove si hanno lacune e realizzare esercizi per testare le proprie conoscenze. Per queste finalità è stato creato un apposito manuale dedicato alla preparazione al concorso per 8171 Addetti Ufficio per il Processo del Ministero della Giustizia che è disponibile in questa pagina. Il testo, seguendo il programma del bando, contiene la trattazione teorica e i relativi quiz a risposta multipla delle seguenti materie oggetto della prova scritta: Diritto pubblico; Ordinamento giudiziario; Inglese. Il manuale comprende anche un software, grazie al quale è possibile esercitarsi in vista della prova d’esame, e numerose espansioni online di approfondimento.

GRADUATORIE E ASSUNZIONE IN SERVIZIO
Per ciascuno dei codici di concorso del Ministero della Giustizia per addetti Ufficio processo verrà redatta la graduatoria definitiva di merito. Questa si otterrà sommando il voto conseguito nella valutazione dei titoli al voto della prova scritta.

Il rapporto di lavoro a tempo determinato è instaurato mediante la stipula di contratto individuale di lavoro a tempo pieno della durata di 2 anni e 7 mesi, sulla base della preferenza di sede espressa dai vincitori.

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA
La sede centrale del Ministero della Giustizia è in via Arenula, 70, a Roma. Al ministero compete l’organizzazione giudiziaria e adempie a funzioni amministrative relative alla giurisdizione civile e penale. L’Ufficio legislativo dipende direttamente dal Ministro e si occupa dello studio e della proposta di interventi normativi. Al ministero pertengono inoltre il settore penitenziario, quello dei minori e dei giovani-adulti sottoposti a misure penali.

DOMANDA DI AMMISSIONE
La domanda di partecipazione al concorso per addetti all’Ufficio per il processo del Ministero della Giustizia può essere presentata per uno solo dei codici di concorso ed esclusivamente con modalità telematica, accedendo a questa pagina mediante SPID, entro le ore 14.00 del giorno 23 Settembre 2021.

I candidati dovranno possedere un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) personale per poter partecipare al concorso. Si specifica, inoltre, che è necessario versare la quota di partecipazione di €10 entro le ore 23.00 del termine di scadenza del concorso.

Per ogni ulteriore dettaglio si rimanda alla lettura del bando sotto allegato.

BANDO
Gli interessati al concorso al Ministero della Giustizia per addetti all’Ufficio per il processo sono invitati a leggere con attenzione e a scaricare il BANDO (Pdf 256 Kb) , pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 62 del 06-08-2021.

Automobile Club Teramo, concorso pubblico per titoli ed esami

Automobile Club di Teramo ha indetto un concorso pubblico – per titoli ed esami – per la copertura di 1 posto nell’area C (livello economico C1); la figura sarà assunta con contratto a tempo pieno e indeterminato e verrà assegnata alla Sede Centrale dell’Automobile Club Teramo di Teramo, con sede in Corso Cerulli n. 81.

Per l’ammissione al concorso è richiesto il possesso dei seguenti requisiti
– titolo di Studio, diploma di Laurea (vecchio ordinamento) in Economia e Commercio o diploma di laurea equipollente, nonché le corrispondenti lauree e/o lauree specialistiche/magistrali del nuovo ordinamento; 
– attestato di idoneità professionale all’esercizio dell’attività di consulenza per la circolazione dei mezzi di trasporto; 
– cittadinanza italiana (tale requisito non è richiesto per i soggetti appartenenti alla Unione Europea);
– godimento dei diritti politici;
– idoneità fisica all’impiego;
– posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva.

Le prove d’esame si articolano in una prova scritta e in una prova orale.
La prova scritta, che consiste in quesiti a risposta multipla, verterà sulle seguenti materie: elementi di contabilità pubblica e/o contabilità privata; elementi di diritto amministrativo; elementi di diritto civile; elementi di legislazione in materia di lavoro pubblico; Circolazione Stradale, trasporto merci, normativa PRA, Codice della Strada, legge 264/91; Statuto ACI. 
La prova orale verterà sulle materie oggetto della prova scritta; prevederà, inoltre, una conversazione su argomenti di cultura generale e di attualità in lingua inglese o francese (a scelta del candidato) e all’accertamento delle capacità di utilizzo delle applicazioni informatiche maggiormente impiegate negli uffici pubblici.
Nel caso in cui il numero di domande di partecipazione pervenute risulti superiore a 50, le prove di esame potranno essere precedute da forme di preselezione.

La domanda, secondo le specifiche modalità indicate nel bando, deve essere inviata entro la data del 7 ottobre 2021.

Per tutti i dettagli, consulta il bando in Gazzetta Ufficiale

error: I contenuti di questo sito sono protetti da copywrite !!