Al via con i concorsi pubblici senza la zavorra della mobilita’

Con il Decreto Concretezza gli enti pubblici possono assumere senza esperire propedeuticamente la procedura di mobilità prevista fino al mese scorso 2019 dall’art. 30 del d.lgs. 165 del 2001.

Il decreto legislativo 165 del 2001 prevedeva la possibilità per le amministrazioni di ricoprire posti vacanti mediante il passaggio diretto di dipendenti che abbiano già ricoperto il posto (es. distacco o comando) o che abbiano comunque già conseguito la stessa qualifica presso altra amministrazione, obbligando le medesime ad attivare le procedure di mobilità prima di espletare un concorso pubblico.

Le amministrazioni dovevano, in via preliminare, provvedere all’immissione in ruolo di quei dipendenti che, prestando servizio in posizione di comando o di fuori ruolo, avessero fatto domanda di trasferimento nei ruoli delle amministrazioni in cui si trovano effettivamente a svolgere la propria attività lavorativa.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: