2329 Unità di personale non dirigenziale a tempo determinato presso il Ministero della Giustizia

2329 Unità di personale non dirigenziale a tempo determinato presso il Ministero della Giustizia

AVVISO RELATIVO ALLA PROVA PRESELETTIVA ATTENZIONE!

La mancata osservanza delle prescrizioni elencate di seguito comporterà l’adozione di provvedimenti che potranno comportare l’esclusione dalla prova. In conformità con l’articolo 3, comma 3, lettera a) del bando di concorso per il reclutamento di complessive 2.329 unità di personale non dirigenziale a tempo indeterminato per il profilo di Funzionario giudiziario, area III, F1, nei ruoli del Ministero della Giustizia, atteso il numero di domande di partecipazione pervenute, SI COMUNICA CHE SI PROCEDERA’ ALLO SVOLGIMENTO DELLE PROVE PRESELETTIVE DI CUI ALL’ARTICOLO 6 DEL PREDETTO BANDO.

Le prove preselettive avranno luogo a ROMA dal 12 al 18 novembre 2019. Sui siti istituzionali del Ripam – Formez e del Ministero della Giustizia saranno fornite indicazioni relativamente al luogo, in Roma, dove si svolgeranno le suddette prove, alle informazioni ed indicazioni di natura logistica. Ai fini della convocazione, i candidati sono stati ripartiti in ordine alfabetico a partire dalla lettera D, estratta dalla Commissione esaminatrice in data 22 ottobre 2019. Ciascun candidato si dovrà presentare e secondo l’ordine di convocazione di seguito indicato:

Calendario prova preselettiva

calendario

Per accedere ai locali ove si svolgerà la prova, i candidati dovranno: presentarsi muniti di valido documento di riconoscimento e della ricevuta di invio della domanda rilasciata dal sistema informatico al momento della compilazione on-line della domanda, nonché dovranno acconsentire di essere sottoposti a controlli di rito, anche personali.

All’atto della presentazione a sostenere la prova preselettiva, i candidati dovranno, altresì, sottoscrivere una dichiarazione nella quale attesteranno, sotto la propria responsabilità, la veridicità di quanto indicato nel format telematico utilizzato per la trasmissione on-line della domanda di partecipazione al concorso. I candidati potranno sostenere la prova esclusivamente secondo l’ordine di convocazione sopra indicato.

I candidati che non si presenteranno nel luogo, nel giorno e nell’ora stabiliti per sostenere la prova, saranno ritenuti rinunciatari ed automaticamente esclusi dalla procedura. Non saranno ammessi a sostenere la prova coloro i quali si presenteranno in giorno ed ora diversi da quelli stabiliti. Non devono presentarsi a sostenere le prove preselettive i candidati diversamente abili con percentuale di invalidità pari o superiore all’80%, in base all’articolo 20, comma 2-bis, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, che hanno diritto all’esonero dalle stesse preselettive ai sensi dell’articolo 6 comma 2 del bando di concorso. Essi sono tenuti a presentarsi, senza altro avviso, nel luogo, nel giorno e nell’ora che saranno successivamente indicati nel diario delle prove scritte che sarà pubblicato sul sito http://riqualificazione.formez.it.

MODALITÀ DI SVOLGIMENTO

La prova preselettiva, comune ai profili professionali di cui all’articolo 1, comma 1 del bando di concorso, consta di 60 quesiti a risposta multipla, di cui a) n. 20 attitudinali, consistenti in quesiti finalizzati alla verifica delle capacità logico-matematiche (basate su serie numeriche, alfabetiche e alfanumeriche); abilità di calcolo; frazioni; proporzioni/percentuali; medie; velocità/distanza/tempo; divisibilità; mcm/MCD; b) n. 40 diretti a verificare la conoscenza delle seguenti materie: diritto costituzionale; diritto amministrativo con particolare riferimento al procedimento amministrativo, alla disciplina del lavoro pubblico, al codice degli appalti; I candidati hanno complessivamente 60 minuti per svolgere la prova preselettiva.

I test sono sorteggiati da una apposita banca dati ed è prevista, per ogni sessione, l’estrazione di un’unica batteria di 60 quesiti che verrà stampata in due versioni (versione A e versione B), contenenti i medesimi quesiti ma ordinati in modo differente. La Commissione RIPAM, avvalendosi del supporto tecnico del Formez PA, ricorrerà all’uso di sistemi informatizzati per la costruzione, il sorteggio e la correzione della prova. La batteria dei quesiti viene consegnata ai candidati in busta chiusa. Non è consentito aprire la busta contenente i test prima del “VIA”, né continuare la prova dopo lo “ALT” pena l’annullamento della medesima. E’ possibile chiedere chiarimenti soltanto prima del VIA. Le risposte alle domande vanno segnate sull’unico foglio a lettura ottica appositamente predisposto.

Per lo svolgimento della prova è necessario dotarsi di una penna di colore nero, perfettamente funzionante. Tutti i candidati sono pregati di assicurarsi, prima dell’ingresso nella sede della prova, di essere dotati di un numero di penne congruo per lo svolgimento e il completamento della prova. E’ necessario annerire completamente il cerchietto corrispondente alla risposta prescelta, facendo attenzione a non apporre nessun segno o marcatura di alcun genere nelle altre caselle. Non è possibile apportare correzioni sul foglio a lettura ottica e la risposta multipla è considerata mancata risposta.

Dopo l’inizio delle prove non è assolutamente consentita la sostituzione del foglio a lettura ottica. I candidati non possono introdurre nella sede di esame carta per scrivere, pubblicazioni, raccolte normative, vocabolari, testi, appunti di qualsiasi natura e telefoni cellulari, palmari, lettori multimediali, tablet, supporti informatici, calcolatrici, orologi del tipo “smartwatch” o altri dispositivi mobili idonei alla memorizzazione o alla trasmissione di dati, né possono comunicare tra di loro, né verbalmente, né per iscritto. In caso di violazione di tali disposizioni il comitato di vigilanza dispone l’immediata esclusione dalla sede di svolgimento della prova. L’attribuzione dei punteggi avviene nel modo seguente:

• +1 per ogni risposta esatta
• – 0,33 per ogni risposta errata
• 0 per ogni mancata risposta o per risposte multiple

REGOLA DI ANONIMATO La prova è anonima. Qualunque segno apposto sul foglio di risposta potrà essere considerato segno di riconoscimento e portare all’esclusione del candidato. A conclusione della prova i candidati verranno invitati ad apporre i due codici a barre identici che saranno stati precedentemente consegnati, uno sul foglio anagrafico e l’altro sul foglio di risposta.

RICONSEGNA DEL TEST

Al termine della prova tutti i candidati devono rimanere seduti e seguire scrupolosamente le indicazioni fornite dallo speaker per completare le operazioni di consegna. Gli assistenti ritireranno prima di tutto il fascicolo della prova e successivamente il cartoncino anagrafico e il foglio di risposta a lettura ottica che saranno riposti in plichi separati. Solo a completamento delle operazioni di verifica e di conteggio dei materiali ritirati sarà data l’autorizzazione a lasciare la sala. CORREZIONE E ABBINAMENTO Gli elaborati relativi alla prova, consegnati dai candidati in forma anonima, così come i cartoncini anagrafici, saranno custoditi in busta sigillata. La correzione degli elaborati, ed il successivo abbinamento con i nomi dei candidati, avverranno in seduta pubblica, alla presenza dei candidati che vogliano partecipare, in un luogo e in una data che saranno resi noti attraverso il sito http://riqualificazione.formez.it/. Al termine delle operazioni sarà disponibile l’esito provvisorio delle prove, consultando il sito Ripam (http://riqualificazione.formez.it/).

SUPERAMENTO DELLA PROVA La prova preselettiva sarà superata, con accesso alle prove scritte, da un numero di candidati pari a tre volte il numero dei posti messi a concorso per ogni profilo F/MG e FO/MG. Tale numero potrà essere superiore, in caso di candidati collocatisi ex-aequo all’ultimo posto utile in ordine di graduatoria. Il punteggio conseguito nella prova preselettiva non concorre ai fini della determinazione della votazione complessiva finale. L’elenco alfabetico degli ammessi alla prova scritta, con il diario recante l’indicazione della sede, del giorno e dell’ora in cui si svolgeranno, nonché le indicazioni in merito al loro svolgimento, saranno pubblicati sul sito http://riqualificazione.formez.it e sul sito del Ministero della Giustizia secondo quanto indicato all’articolo 6 del bando.

ACCESSO AGLI ATTI ON-LINE Dopo la correzione delle prove e la pubblicazione degli elenchi degli ammessi alla fase successiva, ogni candidato potrà accedere ai propri atti concorsuali dall’apposita sezione “atti on-line” disponibile sul sito http://riqualificazione.formez.it utilizzando le proprie credenziali di registrazione.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: