Modello ricorso al Prefetto: codice della strada – guida in stato di ebbrezza

L’articolo 203 del Codice della Strada ammette il ricorso al prefetto nei tempi previsti, la cui proposta deve essere avanzata al prefetto del luogo in cui è stata commessa la violazione secondo 3 modalità: Inviando al medesimo ufficio o comando una raccomandata con ricevuta di ritorno o PEC Presentandosi all’ufficio o comando a cui appartiene l’organo accertatore. Presentando il ricorso direttamente al prefetto tramite raccomandata con ricevuta di ritorno o PEC. Ecco un esempio di …

Leggi tutto

Quando serve il nulla osta per l’interscambio?

i vantaggi nell'interscambio tra dipendenti pubblici

Stai effettuando un tentativo di interscambio o mobilità compensativa cercando un collega disponibile con stesso profilo e ti stai chiedendo se è ancora necessario il nulla osta? Secondo l’articolo 30 comma 1 del decreto legislativo n. 165 del 2001 modificato il nulla osta del proprio dirigente è necessario per ottenere l’interscambio, e quindi necessario in questi tre casi: – posizioni motivatamente infungibili;– personale assunto da meno di tre anni;– quando …

Leggi tutto

Come è composta la retribuzione del dipendente pubblico?

pensione di inabilità

Dal 1 aprile 2023 la retribuzione del dipendente pubblico sarà composta nella seguente maniera: La struttura della retribuzione si compone delle seguenti voci:a) stipendio, che si compone di: stipendio tabellare corrispondente all’area di inquadramento; differenziale stipendiale, secondo la nuova disciplina di cui all’art.14 (Progressioni economiche all’interno delle aree) a cui si applicano i medesimi effetti previsti all’art. 77 (Effetti dei nuovi stipendi);b) retribuzione individuale di anzianità;c) altri compensi e indennità …

Leggi tutto

Gli enti pubblici possono assumere dipendenti con contratto a tempo determinato?

Si, infatti gli enti possono stipulare contratti individuali per l’assunzione di personale con contratto di lavoro a tempo determinato, nel rispetto dell’art. 36 del D. Lgs. n. 165/2001 e, in quanto compatibili, degli articoli 19 e seguenti del D. Lgs. n. 81/2015, nonché dei vincoli finanziari previsti dalle vigenti disposizioni di legge in materia. I contratti a termine hanno la durata massima di trentasei mesi e tra un contratto e …

Leggi tutto

Pagamento del bollo auto: consulenza per richiesta di pagamento

Un nostro utente ha richiesto la seguente consulenza legale online: ” ho ricevuto ingiunzione di pagamento per mancato pagamento del bollo auto riferito all’anno 2017″ – cosa devo fare? Mi tocca pagare o posso fare qualcosa come ricorso ecc”? Risposta Gentile utente, considerato che il termine di prescrizione del bollo auto è di tre anni, significa che, se l’ente impositore, non provvede a notificare un atto idoneo a interrompere la prescrizione (sollecito di …

Leggi tutto

Toelettatura del cane consulenza giuridica online – tranquillo non morde

Un utente ci scrive chiedendo la seguente risoluzione del caso: è proprietario di un cane pastore tedesco e siccome era impegnato per motivi di lavoro, incarica la sua amica Maria a fare la toelettatura presso il negozio di Davide. Durante il servizio di toelettatura accade però che il cane afferra il braccio di Davide e lo morde procurandogli una ferita con lacerazione al braccio destro. Davide ha richiesto il nostro …

Leggi tutto

Permessi retribuiti con nuovo contratto: guida online

articolo 32 dipendenti pubblici

A domanda del dipendente sono concessi permessi retribuiti per i seguenti casi dadocumentare debitamente: Il dipendente ha altresì diritto ad un permesso di 15 giorni consecutivi in occasione del matrimonio la cui fruizione deve iniziare entro 45 giorni dalla data in cui è stato contratto il matrimonio. Nel caso di eventi imprevisti che rendano oggettivamente impossibile la fruizione del permesso entro tale termine, il dirigente, compatibilmente con le esigenze di …

Leggi tutto

Disciplina delle ferie fruibili ad ore

come si prendono le ferie nella pubblica amministrazione

Le regioni, le agenzie e gli enti regionali possono prevedere la fruizione delle ferie ad ora secondo le modalità previste dal presente articolo. Ai fini della eventuale fruizione delle ferie ad ore, sono stabiliti i seguenti monte ore annuali:a) 202 ore, corrispondenti ai 28 giorni di ferie di cui all’art. 38, comma 2;b) 192 ore, corrispondenti ai 32 giorni di ferie di cui all’art. 38, comma 3;c) 187 ore, corrispondenti …

Leggi tutto

Nuovo contratto: lavoro straordinario nel pubblico impiego

1. Le prestazioni di lavoro straordinario sono rivolte a fronteggiare situazioni di lavoro eccezionali e pertanto non possono essere utilizzate come fattore ordinario di programmazione del tempo di lavoro e di copertura dell’orario di lavoro. Ai relativi oneri si fa fronte in ogni caso con le risorse previste dall’art. 14 del CCNL del 1.4.1999 (Risorse lavoro straordinario). 2. La prestazione di lavoro straordinario è espressamente autorizzata dal dirigente, sulla base delle esigenze organizzative e di servizio individuate dall’ente, rimanendo esclusa ogni forma generalizzata di autorizzazione. 3. Per esigenze eccezionali - debitamente motivate riguardanti un numero di dipendenti non superiore al 2% dell’organico - il limite massimo individuale di cui al comma 4 dell’art. 14 del CCNL del 1.4.1999 (Risorse lavoro straordinario) può essere elevato in sede di contrattazione integrativa, fermo restando il limite delle risorse previste dallo stesso art. 14 (Risorse lavoro straordinario). 4. La misura oraria dei compensi per lavoro straordinario è determinata maggiorando la misura oraria di lavoro ordinario calcolata convenzionalmente dividendo per 156 la retribuzione di cui all’art. 74, comma 2, lett. b) (Nozione di retribuzione) incrementata del rateo della 13^mensilità. 5. La maggiorazione di cui al comma precedente è pari: - al 15% per il lavoro straordinario diurno; - al 30% per il lavoro straordinario prestato nei giorni festivi o in orario notturno (dalle ore 22 alle ore 6 del giorno successivo); - al 50% per il lavoro straordinario prestato in orario notturno-festivo. 6. La prestazione individuale di lavoro a qualunque titolo resa non può, in ogni caso, superare, di norma, un arco massimo giornaliero di 10 ore. 7. Su richiesta del dipendente, le prestazioni di lavoro straordinario debitamente autorizzate possono dare luogo a riposo compensativo, da fruire compatibilmente con le esigenze organizzative e di servizio. 8. Il presente articolo disapplica e sostituisce l’art. 38 del CCNL del 14.09.2000.

Le prestazioni di lavoro straordinario sono rivolte a fronteggiare situazioni di lavoro eccezionali e pertanto non possono essere utilizzate come fattore ordinario di programmazione del tempo di lavoro e di copertura dell’orario di lavoro. Per pagare gli straordinari l’ufficio del personale provvedere con i relativi oneri e con le risorse previste dall’art. 14 del CCNL del 1.4.1999. Quando il dipendente pubblico intende effettuare lavoro straordinario per esigenze di servizio questo …

Leggi tutto