COMUNE DI BARLETTA, 2 POSTI DI ASSISTENTE SOCIALE CAT. D

Mobilita’ volontaria per la copertura di due posti di assistente sociale, categoria D (GU n.85 del 25-10-2019) Requisiti: 1. Essere in servizio presso un’Amministrazione di cui all’art. 1, comma 2, del D. Lgs. n. 165/2001 e s.m.i., con inquadramento nel profilo professionale di Assistente sociale, cat. D, con contratto di lavoro a tempo pieno ed indeterminato, con un’esperienza lavorativa, alla data di scadenza dell’avviso, di almeno 12 mesi nella categoria giuridica …

Leggi tutto

Mega Mobilità tra dipendenti pubblici

Avviso Mobilità volontaria esterna compensativa, riservata ai dipendenti amministrazioni pubbliche soggette a limitazioni assunzionali, per la copertura di complessivi 24 posti di vari profili professionali a tempo indeterminato e a tempo pieno appartenenti alle Categorie C e D – (Famiglia professionale Amministrativa e Vigilanza). DATA DI PUBBLICAZIONE: 15 novembre 2019 DATA DI SCADENZA: 16 dicembre 2019 CATEGORIA: CONCORSI È indetta procedura di mobilità volontaria compensativa, ai sensi dell’art. 30 del D.lgs. 165/2001 e ss.mm.ii., come …

Leggi tutto

Mobilità per trasferimento di attività

Nel caso di mobilita del personale per trasferimento di attività tutto è definito per legge applicando l’articolo 2112 del codice civile e le procedure della legge 29 dicembre 1990, n. 428. Tra comparti diversi il trasferimento avviene a seguito di accordo stipulato tra le amministrazioni ed in base a quanto disposto dal C.C.N.L.. Per gli enti pubblici territoriali si prevede che le economie relative alla minor spesa di personale restino …

Leggi tutto

Il preavviso nel pubblico impiego. Pubblica amministrazione online

L’istituto del preavviso è previsto nell’interesse della parte nei confronti della quale si fa valere il recesso unilaterale dal contratto di lavoro, in modo che la stessa possa limitare il danno derivante dalla cessazione del rapporto. In mancanza del preavviso, la parte che risolve il rapporto di lavoro è tenuta a corrispondere all’altra parte una indennità pari all’importo della retribuzione spettante per il periodo di mancato preavviso. L’obbligo del preavviso …

Leggi tutto

L'estinzione del rapporto di lavoro pubblico

Il contratto collettivo nazionale di lavoro del 13 maggio 1996, integrativo del C.C.N.L. del 6 luglio 1995, ha aggiunto gli articoli 27-ter e 27- quater, che trattano dell’estinzione del rapporto di lavoro. Le cause di cessazione del rapporto di lavoro a tempo indeterminato, oltre a quelle previste dagli artt. 21 e 22 (risoluzione del rapporto, in caso di malattia e di infortunio sul lavoro, a seguito di superamento del periodo …

Leggi tutto

R.S.A. Le rappresentanze sindacali aziendali

Il d.lgs. del 1997, n. 396, è intervenuto a disciplinare la materia della contrattazione collettiva e della rappresentatività sindacale nel pubblico impiego. In particolare l’art. 47, comma 2 del d.lgs. n. 29 del 1993, come modificato dal citato decreto n. 396 del 1997 e ora confluito nell’art. 42 del d.lgs. n. 163 del 2001, stabilisce che le organizzazione sindacali, che siano ammesse alle trattative per la sottoscrizione dei contratti collettivi …

Leggi tutto

Le Incompatibilità dei dipendenti pubblici nel lavoro pubblico

La disciplina dell’incompatibilità e strettamente collegata al principio generale di esclusività (che incomincia a diventar pesante per i dipendenti pubblici) del rapporto di pubblico impieghi sancito dall’art. 98 della Costituzione e ribadito dall’art. 13 del d.P.R. 10 gennaio 1957, n. 3. La normativa stabilisce il principio generale in base al quale i dipendenti pubblici non possono esercitare il commercio, l’industria, alcuna professione, nonché assumere impieghi alle dipendenze di privati o …

Leggi tutto

Diritto allo studio e congedi di formazione

Il C.C.N.L. prevede la concessione dei permessi straordinari retribuiti nella misura di 150 ore individuali per ciascuno anno e nel limite massimo del 3% del totale dei dipendenti in servizio a tempo indeterminato all’inizio di ogni anno solare, con arrotondamento all’unità superiore. Il beneficio è limitato ai dipendenti con rapporto di lavoro a tempo indeterminato. I permessi sono concessi per la partecipazione a corsi destinati al conseguimento di titoli di …

Leggi tutto

Part time e attività libero-professionali nel pubblico impiego

Il legislatore per favorire lo sviluppo del lavoro pubblico part time ha stabilito che i dipendenti pubblici con regime orario non superiore al 50% possono esercitare libere professioni come quella di avvocato con due limitazioni: non conferire a tali dipendenti incarichi professionali e assumere il patrocinio legale in controversie nelle quali è parte la Pubblica amministrazione. Sono le singole amministrazioni, locali e non, che devono regolamentare i casi di conflitto …

Leggi tutto

Infortunio sul lavoro e assenza per malattia dovuta a causa di servizio

Ai dipendenti pubblici che non essendo diversamente abili sin dall’assunzione in servizio e che hanno conseguito, per infortunio sul lavoro o malattia collegata a causa di servizio, delle disabilità, va garantita la conservazione del posto di lavoro. In caso di assenza dall’ufficio per motivi dovuti ad infortunio sul lavoro ovvero a malattia riconosciuta dipendente a causa del lavoro svolto, servizio, il dipendente ha diritto alla conservazione del posto fino alla …

Leggi tutto